giovedì 31 ottobre 2013

Come diventare ricchi sfondati nell'Asia emergente di Mohsin Hamid


Ho tra le mani questo manuale di autoaiuto, come può essere uno per dimagrire, per concentarsi, per smettere di fumare. Promette di raggiungere l'obiettivo ampiamente citato nel titolo e all'interno del libro, ossia Come diventare ricchi sfondati nell'Asia emergente. Quindi, armatevi di carta e penna e prendete appunti: qui c'è in gioco il vostro futuro e la vostra ricchezza.

Questa volta Hamid ambienta i suoi consigli e la sua storia in Asia, presumibilmente in Pakistan. L'idea di non citare il luogo nasce dal considerare questa megalopoli asiatica come modello di qualsiasi città in forte sviluppo e con una popolazione in maggioranza povera.
Il libro si articola in dodici capitoli e affronta in modo chirurgico gli step che si devono affrontare per raggiungere l'ambito traguardo. All'interno troviamo dei micro-romanzi per dimostrare la propria tesi: l'autore del manuale fa riferimento alla storia di un giovane seguendolo durante la sua vita e la sua ascesa sociale. 
Un turbinio situazioni che il ragazzo affronta per imbarcarsi nel business dell'acqua minerale contraffatta, combattendo sempre contro lo spettro del fallimento. Hamid non cade in facili idealismi, ma pone il lettore di fronte a fatto compiuto e senza giudicare.
Il primo cambiamento, il più radicale è il trasferimento della famiglia dalla campagna alla città che implica un nuovo status socio-economico e uno shock culturale. Dal nucleo protetto del clan si ritrovano a fare i conti con l'urbanizzazione di massa e nuovi pericoli che una megalopoli nasconde. Il passaggio a questa nuova vita compromette la stabilità, sicurezza della famiglia fino alle esplosione delle stesse relazioni interne.
C'è anche una storia d'amore, per il figlio e per una donna sfuggente quanto determinata come lui. L'amore è il prezzo che l'uomo dovrà pagare per riscattare la sua umile origine, fino a compromettere la propria felicità e riscoprirla solo in vecchiaia.
Il giovane passa attraverso cambiamenti, pregiudizi, compromessi, azioni illecite e, che a differenza di Changez, si “concentra sui fondamentali” come recita l'undicesimo capitolo.
Potrebbe essere considerato un romanzo di formazione, alla maniera di quelli ottocenteschi ma con una forte contemporaneità data dall'ambientazione, dalle tematiche proposte e dal genere manualistico. 
Le vicende si compiono lungo un arco temporale che tocca tutta la vita di un individuo, ma la narrazione corre lungo un vorticoso presente che non lascia spazio né al passato né al futuro, perchénon sono aspetti reali, ma parentesi che rallentano il percorso. È “oggi” che il ragazzo porta a domicilio dvd pirata ed è “oggi” che invecchia. 

A primo acchito, leggendo ci si scontra con una certa freddezza tipica di questo genere, quel rapporto autore-lettore determinato da quel "tu" così impersonale ammorbidito da squarci di intimità di questi anonimi personaggi. Anonimi perché non hanno un nome, ma un'identità forte tale da farli apparire universali proprio come la loro storia. 
Il libro prosegue giocando con certo cinismo, sarcasmo e umorismo e soprendendo con un tono deciso e didattico e una prosa disarmante, senza fronzoli.
Forse questo schema, molto simile al Fondamentalista riluttante, potrebbe stancare anche se non è libro da sottovalutare, soprattutto per molti spunti riflessivi. In ogni caso, ve lo consiglio.


Titolo: Come diventare ricchi sfondati nell'Asia emergente
Autore: Mohsin Hamid
Editore: Einaudi
Pagine: 160
Anno di pubblicazione: 2013
EAN: 9788806215774
Prezzo di copertina: 17,50 
Disponibile in ebook: € 9,99

lunedì 28 ottobre 2013

Biblioteche metropolitane

Quante volte ci siamo annoiati sulle metro senza nulla da fare per ingannare il tempo tra una fermata e l'altra, perché anche questa mattina abbiamo dimenticato di infilare nella borsa un libro! Ora possiamo trovare i libri sui treni della metro, anche se questo avviene in America dove tutto è possibile.

venerdì 25 ottobre 2013

Il venerdì in libreria #6

Buon venerdì!
Quest'ultimo weekend del mese ho riunito tutte le uscite della settimana e della prossima, così avrete un quadro completo delle pubblicazioni. A meno che non ci ripensi, ho intenzione di pianificare questa rubrica due volte al mese proprio per il motivo citato sopra. Così avrete tempo per meditare e calibrare gli acquisti. Si accettano consigli per migliorare la rubrica.
Bene, scorrendo il post noterete il grande fermento di questa seconda parte del mese: Carofiglio, Cazzullo (che fortunamente mi ha suggerito una mia amica), Schwed, Murakami, Piccolo, Desiati e chiudo con tre signore, Simonetta Agnello Hornby, Anna Marchesini e Cristina De Stefano. Inoltre, vi do notizia dell'uscita in edizione economica di Il mio cuore è più stanco della mia voce di Oriana Fallaci.
Spero di avervi soddisfatti, a novembre!


Titolo: Il bordo vertiginoso delle cose
Autore: Gianrico Carofiglio
Editore: Rizzoli
Pagine: 315
Genere: Narrativa italiana
EAN: 9788817068581
Prezzo di copertina: € 18,50
Data di uscita: 22/10

Un caffè al bar, una notizia di cronaca nera sul giornale, un nome che riaffiora dal passato e toglie il respiro. Enrico Vallesi è un uomo tradito dal successo del suo primo romanzo, intrappolato in un destino paradossale, che ha il sapore amaro delle occasioni mancate. Arriva però il giorno in cui sottrarsi al confronto con la memoria non è più possibile. Enrico decide allora di salire su un treno e tornare nella città dove è cresciuto, e dalla quale è scappato molti anni prima. Comincia in questo modo un avvincente viaggio di riscoperta attraverso i ricordi di un'adolescenza inquieta, in bilico fra rabbia e tenerezza. Un tempo fragile, struggente e violento segnato dall'amore per Celeste, giovane e luminosa supplente di filosofia, e dalla pericolosa attrazione per Salvatore, compagno di classe già adulto ed esperto della vita, anche nei suoi aspetti più feroci. Con una scrittura lieve e tagliente, con un ritmo che non lascia tregua, Gianrico Carofiglio ci guida fra le storie e nella psicologia dei personaggi, indaga le crepe dell'esistenza, evoca, nella banalità del quotidiano, "quel senso di straniamento che ci prende quando viaggiamo per terre sconosciute e lontane". Romanzo di formazione alla vita e alla violenza, racconto sulla passione per le idee e per le parole, storia d'amore, implacabile riflessione sulla natura sfuggente del successo e del fallimento, "Il bordo vertiginoso delle cose" può essere letto in molti modi...


Titolo: Basta piangere!
Autore: Aldo Cazzullo
Editore: Mondadori
Pagine: 144
Genere: Saggi
EAN: 9788804633457
Prezzo di copertina: € 14,90
Data di uscita: 22/10

 
«Non ho nessuna nostalgia del tempo perduto. Non era meglio allora. È meglio adesso. L'Italia in cui siamo cresciuti era più povera, più inquinata, più violenta, più maschilista di quella di oggi. C'erano nubi tossiche come a Seveso, il terrorismo, i sequestri. Era un Paese più semplice, senza tv a colori, computer, videogiochi.
Però il futuro non era un problema; era un'opportunità.» Aldo Cazzullo racconta ai ragazzi di oggi la storia della sua generazione e quella dei padri e dei nonni, «che non hanno trovato tutto facile; anzi, hanno superato prove che oggi non riusciamo neanche a immaginare.


Titolo: La via del pavone
Autore: Alessandro Schwed
Editore: Mondadori
Pagine: 168
Genere: Narrativa internazionale
EAN: 9788804624738
Prezzo di copertina: € 10,00
Data di uscita: 22/10


Giulio Campennì è un architetto piuttosto strano. Non ama uscire di casa e osserva il mondo con un binocolo. La sua vita emotiva, d'altro canto, non è semplice nemmeno in casa, dove Giulio vive con Ionta, sua moglie: una giovane donna tanto incantevole quanto umorale, e - soprattutto - dotata di una madre insopportabile, che ha pensato bene di rimanere vedova per poter gravare ulteriormente sulla vita della figlia e del genero. Nonostante il lutto recente, la signora Nelly decide di non rinunciare alle vacanze con la figlia. E la mattina della partenza si presenta a casa Campennì con il suo amatissimo animale domestico: un pavone. Non ha dubbi che Giulio, che resterà a Roma a lavorare, le farà il piacere di prendersene cura, trattandolo come fosse un figlio, nutrendolo con il suo maleolente becchime e facendogli tanti complimenti in modo che non soffra e dispieghi la sua ruota. Come al solito, Giulio non ha la presenza di spirito per opporsi al dispotismo della suocera, discendente di una stirpe di matriarche ebree poco abituate a venire contraddette. Ma Ionta e la signora Nelly non fanno in tempo ad andarsene che - orrore! - il pavone in un balzo è già scappato sopra i tetti...


Titolo: Ritratti in jazz
Autore: Haruki Murakami - Wanda Makoto
Editore: Einaudi
Pagine: 248
Genere: Saggi
EAN: 9788806217051
Prezzo di copertina: € 19,50
Data di uscita: 29/10

Murakami Haruki ha gestito un jazz club per molti anni prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura: ecco, leggendo "Ritratti in jazz" si ha l'impressione di essersi appena seduti a bere qualcosa a uno dei tavoli del club mentre il grande narratore giapponese racconta e commenta quello che si sta ascoltando. "Ritratti in jazz" regala al lettore un Murakami allo stesso tempo inedito e riconoscibile. Riconoscibile perché il jazz, ancora più della corsa, è una delle passioni che formano l'ossatura stessa della sua opera creativa. I suoi romanzi sono ricchi di allusioni a dischi e musicisti: in un'ipotetica ricetta della poetica murakamiana l'ingrediente "jazz" non può mancare. Inedito perché mai come in questo libro si ha l'impressione di sentire la voce autentica e senza mediazioni narrative di Murakami, che conduce il lettore nel suo mondo più quotidiano e sincero. Con un tono amichevole e coinvolgente, privo di tecnicismi eppure capace di regalarci una serie preziosa di informazioni e curiosità, Murakami compone una playlist eccezionale che non solo ci racconta il jazz come mai l'avevamo ascoltato, ma ci svela anche il modo in cui l'autore di "1Q84" osserva il suo universo letterario e la realtà che lo circonda.


Titolo: Il desiderio di essere come tutti
Autore: Francesco Piccolo
Editore: Einaudi
Pagine: 272
Genere: Narrativa italiana
EAN: 9788806194567
Prezzo di copertina: € 18,00
Data di uscita: 29/10

Ciò che avviene fuori di noi può passare senza lasciare traccia, o modificare per sempre la traiettoria della nostra vita. L'autobiografia di ciascun italiano è una scheggia impazzita nell'autobiografia del Paese. "Il 22 giugno 1974, al settantottesimo minuto di una partita di calcio, sono diventato comunista". Sono i Mondiali del '74, ai quarti di finale si gioca una partita storica: Germania Ovest contro Germania Est. Un bambino di dieci anni, seduto davanti alla televisione insieme a suo padre, si rende conto tutt'a un tratto di tifare per la squadra sbagliata. "Mentre lo stadio ammutolisce, tra la poltrona di mio padre e la mia, un piccolo muro, invisibile e incompreso, comincia a venire su, come se fossimo nel centro di Berlino". Francesco Piccolo ha scritto un romanzo personale e politico, divertente, serissimo, provocatorio, per raccontare la storia d'amore irrisolvibile che lega ogni uomo al suo tempo. Perché in fondo la nostra vita è il modo che scegliamo ogni giorno per partecipare al mondo. 


Titolo: Il libro dell'amore proibito
Autore: Mario Desiati
Editore: Mondadori
Pagine: 204
Genere: Narrativa italiana
EAN: 9788804625001
Prezzo di copertina: € 17,50
Data di uscita: 29/10

"L'amore ha bisogno di muri per crescere, come l'edera". Nonna Comasia l'ha insegnato a Francesco, detto Veleno, quattordici anni appena fatti, esile e solitario. Il timido Veleno, protagonista del più grande scandalo del suo paese. Assieme a Mimmo e Nappi, amici pluriripetenti e inseparabili, Veleno è stato sorpreso mentre si scambiava baci e carezze con Donatella Terasca, professoressa di educazione tecnica, con gli anfibi e senza trucco, appassionata e devota all'insegnamento come nessun altro in quella scuola della periferia di un paese pugliese. Lei ha il doppio dei suoi anni. Una storia così non si perdona, si interrompe. Con la massima violenza. Servizi sociali per Veleno, galera per Donatella. Il muro delle convenzioni, delle maldicenze e del giudizio si alza apparentemente insormontabile tra Donatella e Veleno. Ma, contro la sua famiglia, contro la morale comune, contro la norma che gli impedisce di amare, Veleno costruisce il suo futuro, la sua legge che non umilia né separa lasciando ogni anima libera di incontrarne un'altra.


Titolo: Via XX Settembre
Autore: Simonetta Agnello Hornby
Editore: Feltrinelli
Pagine: 240
Genere: Narrativa italiana
EAN: 9788807030628
Prezzo di copertina: € 18,00
Data di uscita: 30/10

Via XX Settembre si trova poco lontano dal teatro Politeama, nel cuore di Palermo: è qui che nel 1958, lasciata Agrigento, viene a vivere la famiglia Agnello. Simonetta ha tredici anni, sta per entrare al ginnasio - il trasferimento è stato deciso per offrire a lei e alla sorella Chiara una vita più stimolante. A Palermo si instaura un nuovo equilibrio familiare - il padre è spesso assente per seguire la campagna, ritmi e abitudini sono dettati con ferrea dolcezza dalla madre. A ribadire la continuità col passato, il piccolo mondo fatto di zii, cugini, persone di casa, amici, parenti. Sullo sfondo, ma in realtà protagonista, una città in cui alle ferite della guerra si stanno aggiungendo quelle, persino più devastanti, della speculazione edilizia. Fastosa e miserabile, Palermo seduce Simonetta: la stordisce di bellezza e di profumi, la ingolosisce con le fisionomie impassibili dei pupi di zucchero e l'oro croccante delle panelle. Nondimeno si insinua la percezione di un degrado sempre più evidente. La città le si rivela mentre lei si rivela a se stessa, attraverso un mondo muliebre vivissimo, attraverso l'amore per i libri, attraverso i primi barlumi di una coscienza civica e politica. Imboccata via XX Settembre, la formazione si consuma dentro un taglio prospettico che va oltre Palermo e la Sicilia: l'incombere del distacco che porta Simonetta in Inghilterra lascia intravedere una nuova maturità, una nuova esistenza.


Titolo: Moscerine
Autore: Anna Marchesini
Editore: Rizzoli
Pagine: 220
Genere: Narrativa italiana
EAN: 9788858658833
Prezzo di copertina: € 9,90
Data di uscita: 30/10

La signorina Iovis ha sempre vissuto un'esistenza pigra e rassegnata, poi un giorno vince il concorso per un impiego alle poste, si trasferisce dall'entroterra messinese a Cuneo e conosce un uomo: è la sua grande occasione, ma saprà coglierla e imboccare la strada della felicità? Madame Isidori ha ereditato una magnifica residenza toscana, nel cui salotto riceve ogni giorno un variopinto parterre di zitelle e attempati gentiluomini: uno di loro saprà trovare la chiave per aprire di nuovo il suo cuore? Nelda e Flora sono sorelle inseparabili, ma Flora sta vivendo l'inizio di un amore che potrebbe allontanarle per sempre: a quale dei due legami sceglierà di rinunciare? Queste e altre donne sono le protagoniste di un'appassionata, profonda, elegantissima riflessione di Anna Marchesini sulle svolte inaspettate e cruciali che si presentano nelle nostre vite. E sul dolore o la gioia che esse inevitabilmente ci portano.


Titolo: Oriana. Una donna
Autore: Cristina De Stefano
Editore: Rizzoli
Pagine: 300
Genere: Biografia
EAN: 9788817068987
Prezzo di copertina: € 18,00
Data di uscita: 30/10 

Dall'infanzia all'esperienza come staffetta partigiana, dalla precoce scoperta della vocazione per il giornalismo ai reportage di guerra nei luoghi più caldi del pianeta, dalla popolarità mondiale dei suoi libri alla scelta di una reclusione quasi totale fino al controverso impegno civile dopo gli attentati dell'11 settembre, la vita di Oriana Fallaci non ha eguali, non solo in Italia. Grazie a uno scavo approfondito tra documenti d'archivio e testimonianze inedite di coloro che hanno vissuto accanto a Oriana, oggi Cristina De Stefano offre un ritratto a tutto tondo che porta alla luce non solo la personalità di una scrittrice di genio ma anche le trasformazioni di settant'anni di storia attraverso il percorso umano, professionale, artistico e politico di una donna unica.

lunedì 21 ottobre 2013

Il fondamentalista riluttante di Mohsin Hamid



Il fondamentalista riluttante di Mohsin Hamid è un'intelligente riflessione sul clima di tensione venutosi a creare dopo l'11 settembre. Qui non troverete accuse nei confronti dell'uno o dell'altro blocco, lavaggi di cervello o cose simili, ma tutto troverete tutto lo smarrimento di un ventenne all'indomani degli attentati.
È un dialogo, o meglio monologo, mai noioso, serrato e scorrevole tra il protagonista e il giornalista (forse) che lo sta intervistando a Lahore. Proprio perché l'interlocutore non viene mai svelato, fa pensare a una lunga confessione, alle tessere di puzzle da riordinare.
Il Pakistan è raccontato anche attraverso i sapori e i piatti consumati, il profumo del gelsomino, gli edifici adiacenti al ristorante: quasi una sorta di madeleine per Changez che ricorda ciò che la vita newyorkese aveva cancellato.
Changez è un pakistano che ha frequentato Princeton, una delle migliori università americane e ha una preparazione che gli consente di lavorare per un'importante società finanziaria. A New York vive nel quartiere pakistano, che è un po' come tornare a casa, ma anche sentirsi “immediamente newyorkese”: è introdotto nell'alta società, sorseggia drink a TriBeCa e conosce Erica, ragazza che rivelerà una personalità affascinante quanto fragile.
Tutto scorre freneticamente fino al giorno degli attentati diventando motivo di ripensamenti verso il paese adottivo.

venerdì 18 ottobre 2013

Il venerdì in libreria #5

Queste sono le novità della settimana e vi annuncio le gli ultimi quindici giorni di ottobre saranno ricchissimi di interessanti uscite. Oggi vi lascio con Camilleri, Eggers, Reza, Fois e persino Jovanotti.
Buon weekend!


Titolo: La banda Sacco  
Autore: Andrea Camilleri  
Editore: Sellerio  
Pagine: 204 
Genere: Narrativa italiana  
EAN: 9788838931079  
Prezzo di copertina: € 13,00

Raffadali, provincia di Agrigento, anni Venti del Novecento. I fratelli Sacco sono passati dalla miseria nera a una vita dignitosa di contadini. Sono uomini liberi, di idee socialiste, hanno il senso dello Stato, si sono fatti da sé seguendo l’esempio del padre Luigi che li ha allevati nella cultura del lavoro e del rispetto degli altri. La vita cambia quando una mattina il capofamiglia riceve una lettera anonima, poi un’altra, poi subisce un tentativo di furto. Luigi Sacco non ha esitazioni e denunzia le richieste estortive ai carabinieri, che però si trovano disorientati: nessuno in paese ha mai osato denunziare la mafia, tutti preferiscono accettare e tacere. Da quel momento i Sacco dovranno difendersi. Dalla mafia e dalle forze dell’ordine, dai paesani complici e traditori, tra tentativi di omicidio, accuse false, testimonianze bugiarde. Osteggiati dai carabinieri che li privano del porto d’armi e non li difendono, i fratelli Sacco diventano latitanti. Fronteggiano la mafia mostrando un coraggio e una coscienza civile straordinari per quegli anni, liberando di fatto Raffadali dall’oppressione mafiosa. Poi arriva Mori, il fascismo vuole battere Cosa Nostra, a qualsiasi costo. Ma perché dare la caccia ai Sacco che non solo non sono stati mai mafiosi, ma anzi ne sono vittime e proprio alla mafia hanno dichiarato guerra? Ecco allora che per giustificare la gigantesca, spietata caccia all’uomo che Mori scatena, i fratelli Sacco devono diventare una vera e propria banda: madre, sorelle, cognati, cugini, amici, tutti vengono arrestati. Poi tocca ai fratelli che circondati da duecento carabinieri vengono feriti, arrestati, torturati. «La giustizia otterrà quello che vuole ottenere» Di questa storia, un caso politico oltre che giudiziario, Andrea Camilleri ha consultato tutte le carte, scritti familiari, atti del processo. E ha raccontato come la mafia non solo ammazzi, ma sia anche in grado di condizionare e di stravolgere irreparabilmente la vita delle persone.

Titolo: Ologramma per il re  
Autore: Dave Eggers  
Editore: Mondadori  
Pagine: 300  
Genere: Narrativa internazionale  
EAN: 9788804631606  
Prezzo di copertina: € 18,50

Alan Clay è partito dal nulla come venditore porta a porta e ha fatto una certa strada nella vita. Negli ultimi anni però la crisi della sua vita privata e dei mercati si è abbattuta su di lui lasciandolo stremato, tendenzialmente ubriaco, con un conto cronicamente in rosso. Se vuole pagare la rata del college di sua figlia ha solo una scelta: trovarsi subito un lavoro, e ben pagato. La sua unica chance si chiama Re Abdullah ed è il proprietario di un'immensa oasi nel mezzo del nulla. Il compito di Alan è difficilissimo: convincere il Re ad acquistare la sua mirabolante invenzione: un ologramma in grado di far apparire chiunque in 3D, direttamente nella tenda del Re in pieno deserto.


Titolo: Felici i felici 
Autore: Yasmina Reza  
Editore: Adelphi 
Pagine: 192  
Genere: Narrativa internazionale 
EAN: 9788845928260  
Prezzo di copertina: € 18,00

 "Felici gli amati e gli amanti e coloro che possono fare a meno dell'amore. Felici i felici": questa "beatitudine" di Borges, da cui Yasmina Reza ha tratto il titolo del suo romanzo, ci dà subito una chiave per penetrare nel fitto intreccio delle vite che lo popolano. Se infatti uno dei personaggi, una donna, afferma: "Le coppie mi disgustano, mi disgusta la loro ipocrisia, la loro presunzione, la loro vieta connivenza", un altro dichiara al suo analista: "Quando sono a casa ho sempre paura che arrivi qualcuno e veda quanto sono solo". Perché la felicità - nell'amore o nell'assenza di amore, all'interno di una coppia o fuori di ogni legame - è un'attitudine. I ventuno monologhi che qui si susseguono, in un sottile gioco di echi, di risonanze, di contrappunti - tra amori inaciditi e rancori mai sopiti, illusioni spezzate e fughe nel delirio -, formano un ordito i cui fili collegano tra loro molteplici destini, tutti segnati dall'impervia difficoltà dell'incontro con l'altro. In un avvicendarsi di scene nel corso delle quali, infrangendo la superficie smaltata delle buone maniere, esplode la violenza, e in una costante oscillazione fra il registro drammatico e quello grottesco, Yasmina Reza conduce la ronde dei suoi personaggi - mogli inquiete e mariti traditi, amanti insoddisfatte e fedifraghi cinici, giovani fuori di testa e vecchi abitati dalla morte - senza mai allontanarsi dalla ferrea lucidità e dal realismo intransigente di chi cerca di dire la nudità di ciò che è. 

Titolo: L'importanza dei luoghi comuni  
Autore: Marcello Fois  
Editore: Einaudi  
Pagine: 152  
Genere: Narrativa italiana  
EAN: 9788806216498  
Prezzo di copertina: € 12,50

Esiste un punto, «certo difficile da trovare, ma che vale la pena cercare», in cui convergono le ipotesi piú inconciliabili. È lí che - secondo quella che la fisica teorica chiama «teoria generale del Tutto» - risiederebbe la spiegazione dell'universo. Per Alessandra e Marinella, gemelle di quarantotto anni cui cui la vita ha riservato strade molto diverse, quel luogo è la casa del padre che le ha abbandonate quando ne avevano otto. Ora che è morto si ritrovano entrambe lí, tra quelle pareti che lasciano filtrare ricordi e rancori, e che a tratti sembrano contenere un mondo ben piú vasto. Per le sorelle quella vicinanza forzata si rivelerà una tortura con il sorriso sulle labbra, una resa dei conti dagli esiti davvero imprevedibili. Due ritratti di donne memorabili che, nel corso della lotta senza quartiere che è il cuore della storia, trascineranno il lettore giú, sempre piú giú, fino al buco nero in cui, forse, si trova la spiegazione di tutto. Un racconto intimo, estremo, comico e tragico, perché sempre - proprio sempre - attento alla vita. E per seguirla in tutti i suoi rivoli, alterna parti al presente, di pura azione, e parti al passato, che sono la nicchia che sa scavarsi il pensiero a modo suo. In quella nicchia una specie di coro greco umanissimo e infragilito commenta la storia, entra nella testa dei personaggi usando le parole di chi sa tutto e non sa niente: la voce traballa, è fallibile, emozionata, compromessa, e per questo tanto piú capace di restituire la complessità delle vicende umane e la contradditorietà degli individui.

Titolo: Gratitudine  
Autore: Lorenzo Jovanotti  
Editore: Einaudi  
Pagine: 184  
Genere: Biografia 
EAN: 9788806218348 
Prezzo di copertina: € 14,50

Ci son quelli che amano i bilanci, la nostalgia, tornare piuttosto che partire. Ci son quelli, invece, che guardano sempre avanti e preferiscono mille volte gli inizi alle conclusioni. Lorenzo Jovanotti Cherubini è uno cosi, uno che, non appena finisce un disco, non vede l'ora di farne uno nuovo. Ma anche per quelli come lui arriva prima o poi il momento di volgere lo sguardo all'indietro e fare, se non un vero e proprio bilancio, almeno un backup. Per liberare spazio salvando il passato. A venticinque anni da "E qui la festa?", il suo primo grande successo, Lorenzo Cherubini tira il fiato e si racconta: la passione per il rap, le notti in consolle, gli inizi a Radio Deejay e, all'improvviso, la sensazione di essere al centro della scena della musica italiana, senza sapere bene come. E poi i viaggi, le idee, le canzoni scritte di getto e subito incise, o quelle tenute in un cassetto per anni. Come "Bella", rimasta musica fino all'arrivo della moglie Francesca. Si, perché c'è anche questo in "Gratitude", c'è forse soprattutto questo: l'ispirazione che viene dalle persone e dall'amore per le persone. La donna della vita, un fratello che non c'è piu ma che si sente sempre... Con una voce in cui risuonano tutto il ritmo, la passione e l'allegria della sua musica, Lorenzo Cherubini ci trascina in una festosa maratona all'indietro, la rincorsa che serve a spiccare il volo. Perché per quelli come lui, anche con venticinque anni di carriera alle spalle, la vita è sempre un nuovo viaggio.

mercoledì 16 ottobre 2013

Ebook gratis, dove trovarli

Prima di lanciarci nel download gratuito, faccio un'importante distinzione tra ebook che è il contenuto, il file, il libro digitale che noi leggiamo e l'ereader che è il contenitore, lo strumento per usufruire dell'ebook. Non mi addentro nel labirinto dei formati nè tanto meno nella questione dei DRM, troppo complicata e troppo noiosa.
Oggi vi propongo qualche sito per scaricare ebook gratis. Non spaventatevi, non saremo dei fuorilegge con tanto di taglia, nè ci ritroveremo la finanza a casa: è tutto regolare. Scaricare e leggere un ebook può considerato un tentativo a costo zero prima di mollare la presa o buttarsi a capofitto nel mondo digitale o più semplicemente non vorrebbe spendere denaro per un libro che non sa se potrebbe piacergli. Spesso, le versioni digitali delle opere prive di diritti d'autore (che decadono a 100 anni dalla morte dell'autore) sono a costo zero al contrario le cartacee.
La piccola selezione che vi presento comprende una piattoforma e tre librerie online di cui una internazionale.


lunedì 14 ottobre 2013

Farsi un'idea #3

Questa volta tocca a Paolo Cognetti con il suo Una cosa piccola che sta per esplodere.
Devo dire che ho fatto fatica a trovare un passo del libro che non mi piacesse, avrei voluto appuntare ogni pagina e alla fine, ho dovuto selezionare. 
Ho riportato oltre venti righe perché il racconto, La figlia del giocatore, è il mio preferito e questo passo mi sembra molto significativo. C'è la scrittura fresca e poetica dell'autore e uno sprazzo di storia incantevole.
Nella storia di oggi, quella che Mina le sta leggendo, suo padre è un meteoropatico. Quando arriva la brutta stagione si deprime al punto di smettere di lavorare, chiude le persiane e se ne va in giro per casa al buio, in pantofole, con la barba lunga e le occhiaie. Un inverno non ce la fa più. Senza dire niente a nessuno vende la macchina e i gioielli della moglie, chiude il conto in banca e parte per un'isoletta tropicale, dove prende in affitto un pezzo di terra e apre una gelateria. Per essere uno che non ha mai combinato niente si rivela un buon imprenditore. Si fa un nome sull'isola con certe trovate pubblicitarie: gli altri servono il gelato in coppette di plastica e lui in foglie di banano intrecciate dagli indigeni, gli altri usano latte in polvere e lui ordina una mucca svizzera che lega fuori dalla gelateria. La frutta in pratica gli cade in testa, basta schivarla e raccoglierla quando viene giù dalla pianta. E gli affari cominciano a funzionare:

venerdì 11 ottobre 2013

Il venerdì in libreria #4

Ieri è stato assegnato il Nobel per la Letteratura ad Alice Munro e credo che scatterà l'acquisto compulsivo ai suoi libri portando alla pubblicazione di  edizioni rivedute. La cosa che non sopporto è la fascetta intorno al libro che annuncia "Dal premio Nobel...", "Dall'autore di...". Ma abbiamo bisogno del memoradum e di eventi eclatanti per acquistare un libro?? Scusate lo sfogo. 
Andiamo in libreria per dare un'occhiata alle pubblicazioni fresche di stampa.
Oggi vi propongo un titolo postumo di Antonio Tabucchi,Nicolas Barreau vi porterà a Parigi e poi le nuove uscite di Melania Mazzucco, Malala e un libro per ragazzi. Buon venerdì!


Titolo: Per Isabel. Un Mandala
Autore: Antonio Tabucchi
Editore: Feltrinelli
Pagine: 128
Genere: Narrativa italiana
EAN: 9788807030635
Prezzo di copertina: € 13,00


In Sogni di sogni Antonio Tabucchi ha parlato di una “ragione pavida”, incapace di leggere veramente la realtà. Solo l’apparente indecifrabilità del sogno sa guardare il mistero. La realtà è una superficie piena di buchi, diceva Tabucchi, e ha bisogno di ipotesi oniriche che li riempiano. È quello che accade in questo postumo e bellissimo Per Isabel. Al centro una donna, una donna inquieta e imprevedibile, di cui tutti sanno o sembrano sapere una verità diversa. Come in un mandala, l’autore procede per centri concentrici, di voce in voce, verso la ricerca di una possibile verità, l’ultima verità. E tuttavia, sia pur davanti all’esplicita menzione del termine “verità”, non siamo all’interno di una ricerca religiosa o scientifica. Qui si gioca una grande festa della parola e della ricerca letteraria: il monologo lascia il posto al delirio, il delirio alla lucidità del gioco e alla tensione lirica. Come in una pista da circo avanzano figure e volti che fanno ampiamente parte della personale mitologia di Antonio Tabucchi. La sorpresa è che ci troviamo di fronte a un personaggio-calamita che si fa innanzi e sparisce. Chi era Isabel? Una comunista? Una donna di facili costumi? Una clandestina nel regime di Salazar? E quella sua presunta maternità? Ha abortito? E lei, è morta davvero? Di quali fantasmi ha bisogno la realtà per consistere o per moltiplicarsi? Siamo vicini all’atmosfera di Requiem: e anche Requiem aveva un sottotitolo (Un’allucinazione). Là era il sole dei fantasmi meridiani, qui è il crepuscolo di una società (il Portogallo di Salazar) in cui una donna fa scandalo portando un capretto al guinzaglio o riempiendo la borsa a rete di rane vive.


Titolo: Una sera a Parigi
Autore: Nicolas Barreau
Editore: Feltrinelli
Pagine: 256
Genere: Narrativa internazionale
EAN: 9788807030611
Prezzo di copertina: € 15,00

In una piccola strada di Parigi, percorrendo rue Bonaparte fino a scorgere la Senna e girando due volte l'angolo, si trova un luogo incantato: il Cinéma Paradis. È questo il regno di Alain Bonnard, l'appassionato e nostalgico proprietario del locale. Ed è qui che ogni mercoledì, al secondo spettacolo, va in scena "Les amours au Paradis", una rassegna dei migliori film d'amore del passato. In quelle sere il Cinéma Paradis è avvolto da una magia particolare: regala sogni, come recita il poster appeso in biglietteria, sopra alla cassa antiquata. La piccola folla di habitué si abbandona volentieri sulle vecchie poltroncine di velluto per farsi rapire dal fascino del grande schermo. Ma da quando al secondo spettacolo partecipa anche una certa ragazza, è Alain a sognare più di tutti. Cappotto rosso, sorriso timido, siede sempre alla stessa fila, la diciassette. Poi, non appena in sala si riaccendono le luci, si allontana solitaria nella notte parigina. Chi è? E qual è la sua storia? Finalmente Alain trova il coraggio di invitarla a cena. È una serata perfetta e in più, il giorno dopo, accade un altro fatto eccezionale: un famoso regista americano annuncia di voler girare il suo prossimo film proprio dentro al Paradis, con protagonista la bellissima e inavvicinabile Solène Avril. Non solo Alain potrà conoscere la sua attrice preferita, ma all'improvviso il minuscolo cinema, in perenne lotta per la sopravvivenza, registra ogni sera il tutto esaurito. Alain è fuori di sé dalla gioia... 


Titolo: Sei come sei
Autore: Melania G. Mazzucco
Editore: Einaudi
Pagine: 248
Genere: Narrativa italiana
EAN: 9788806209469
Prezzo di copertina: € 17,50


Christian insegna letteratura latina cristiana, è ricco e appassionato di cronologia. Giose è stato una meteora della musica punk-rock anni Ottanta, non si è mai preoccupato dei soldi e cucina in modo splendido. Christian è razionale, prudente e talvolta distaccato; Giose è istintivo, esuberante, affettuoso fino all'eccesso. Si amano. Per avere un figlio sono andati fino in Armenia: li è nata Eva. La loro è una famiglia felice, che però si spezza con la morte improvvisa di Christian. Giose non è ritenuto un tutore adeguato e la bambina viene affidata a uno zio. Tre anni dopo Eva è una ragazzina di seconda media, fiera e orgogliosa. Durante un litigio nella metropolitana di Milano spinge un compagno di classe sotto il treno in arrivo. Convinta di averlo ucciso, fugge e raggiunge Giose in un casolare sugli Appennini: con lui risalirà la penisola per affrontare le conseguenze del suo gesto. Durante il viaggio scoprirà molto su se stessa e sui suoi genitori, e conoscerà la storia meravigliosa cui deve la vita. 


Titolo: Io sono Malala
Autore: Malala Yousafzai
Editore: Garzanti
Pagine: 284
Genere: Biografia
EAN: 9788811682790
Prezzo di copertina: € 12,90

Valle dello Swat, Pakistan, 9 ottobre 2012, ore dodici. La scuola è finita, e Malala insieme alle sue compagne è sul vecchio bus che la riporta a casa. All'improvviso un uomo sale a bordo e spara tre proiettili, colpendola in pieno volto e lasciandola in fin di vita. Malala ha appena quindici anni, ma per i talebani è colpevole di aver gridato al mondo sin da piccola il suo desiderio di leggere e studiare. Per questo deve morire. Ma Malala non muore: la sua guarigione miracolosa sarà l'inizio di un viaggio straordinario dalla remota valle in cui è nata fino all'assemblea generale delle Nazioni Unite. Oggi Malala è il simbolo universale delle donne che combattono per il diritto alla cultura e al sapere, ed è stata la più giovane candidata di sempre al Premio Nobel per la Pace. Questo libro è la storia vera e avvincente come un romanzo della sua vita coraggiosa, un inno alla tolleranza e al diritto all'educazione di tutti i bambini, il racconto appassionato di una voce capace di cambiare il mondo.


Titolo: Chi sarà mai a quest'ora?
Autore: Lemony Snicket
Editore: Salani
Pagine: 160
Genere: Ragazzi
EAN: 9788867155071
Prezzo di copertina: € 12,00


In una città fantasma, solo e lontano da amici e parenti, il giovane Lemony Snicket inizia il suo apprendistato in una misteriosa organizzazione che nessuno conosce. Fa domande che non avrebbe nemmeno dovuto pensare. Ha scritto un racconto dei fatti in 4 volumi che non avrebbero dovuto essere pubblicati. Questo è il primo. 

mercoledì 9 ottobre 2013

Una cosa piccola che sta per esplodere di Paolo Cognetti



Posso dichiarare un certo affetto per Paolo Cognetti, visto che sono stata occupata la seconda opera in meno di un mese.
Una cosa piccola che sta per esplodere è il ritratto di Margherita, Mina, Diego, Pietro, Anita fotografati nel periodo più critico e fragile di un essere umano, l'adolescenza.
In questi racconti tutto viene ridiscusso, i rapporti, le certezze, le paure e le malattie. Tutti sono alle prese con adulti essenti o poco presenti, con gli egoismi dei genitori, con i cambiamenti storici, la solitudine.
Questi cinque racconti hanno come comune denominatore due aspetti rilevanti: l'adolescenza e le battaglie silenziose e sofferenti con i genitori.
Margherita-Margot è in cura presso una clinica per anoressiche da diversi anni e vive con la consapevolezza della sua inguaribilità. Sarà la piccola Lucia a capovolgere tutto, fino a diventare l'una lo specchio dell'altra.
Diego vive un rapporto burrascoso con il padre e allo stesso tempo si scontra con la crescita dei suoi amici, che ha portato alla dispersione del gruppo e all'abbandono del loro rifugio segreto.

lunedì 7 ottobre 2013

Ebook, una premessa

Inizio questa settimana piovosa col trattare di un argomento che mi sta molto a cuore, dedicandoci la tesi di laurea specialistica: ebook si, ebook no. Ultimamente, sto leggendo diverse discussioni sul tema e ho pensato di scrivere la mia.
Questa riflessione mi fa sorridere, perché mentre sul suolo italiano si discute ancora su ciò, nel resto del mondo sono aventi anni luce.
Per quanto mi riguarda la lettura su un ereader non è stata mai traumatica, sono approdata con una certa gradualità al digitale. Ho iniziato a leggere un anno fa i miei primi ebook - Mansfield Park, Il grande Gatsby – su Cybook Opus della Bookeen. Lo cito non per fare pubblicità, ma per dare un'idea di che strumento basilare ho utilizzato.
La prima impressione non è stata delle migliori. Una mattina è arrivato un pacchetto postale che conteneva il dispositivo. Scarto la confezione e mi ritrovo questo ereader. Lo osservo con curiosità, l’accendo e inizio ad armeggiare, ma con scarsi risultati. Sconfitta, lo abbandono con una certa freddezza. Ho ripreso quell’aggeggio dopo qualche giorno.
Attualmente leggo su un Kobo Touch e noto le differenze, in meglio. Ma questa storia verrà approfondita più avanti. Quest'estate ho letto Tahrir di Imma Vitelli.
Sono un’amante del libro come oggetto di materiale, come valore affettivo, come magazzino di idee e immagini: è bello sfogliare pagine lette qualche tempo prima, sottolineate e intrise di profumi di quegli attimi. Ma non ho grandi problemi con gli ebook, anzi quando viaggio riesco a risolvere la pesantezza della valigia o della borsa.

venerdì 4 ottobre 2013

Il venerdì in libreria #3

Questa prima settimana di ottobre è ricchissima di novità letterarie e sarà così tutto il mese. Quindi, cominciamo a sfregarci le mani e date un'occhiata alle ultime uscite. Questa volta, ho cercato ho selezionato generi che non fossero solo narrativa, infatti vi propongo il giallo di Simone Sarasso e le memorie del brillante Paolo Poli.



Titolo: Livelli di vita
Autore: Julian Barnes
Editore: Einaudi
Pagine: 128
Genere: Narrativa internazionale
EAN: 9788806217501
Prezzo di copertina: € 16,50


A un certo livello la vita è aria. I tre leggendari pionieri ottocenteschi che rivivono nel "Peccato dell'alta quota", la prima parte di questo memoir, sono accomunati dalla passione per il volo, allora ai suoi albori, dall'impulso un po' sacrilego a sganciarsi dal regno che ci è deputato e conquistare lo spazio degli dei. Più giù, a livello terra, le turbolenze sono quelle dell'amore. A quello infelice di Fred Burnaby, viaggiatore e colonnello della cavalleria inglese, per la "divina" attrice francese Sarah Bernhardt, e a quello invincibile del vignettista, aeronauta e inventore della fotografia aerea Félix Tournachon, alias Nadar, per sua moglie, è dedicata la seconda sezione del libro, "La vita a quota zero". Ma per alcuni la vita ha in serbo cadute vertiginose. Nell'ultima sezione del libro, "La perdita della profondità", Julian Barnes racconta i cinque anni successivi alla morte della moglie, l'agente letteraria Pat Kavanagh, scomparsa improvvisamente nel 2008. Barnes s'immerge negli abissi del lutto e del ricordo per riprendersi ciò che è suo. E il libro nel suo complesso è soprattutto e continuativamente questo: un baluardo, coinvolgente ed emozionante, ma mai retorico, di memoria, intesa come la sola vita degna di essere vissuta dopo la rottura del legame più importante. Perché è solo nel ricordo che la dissoluzione risulta impossibile a dispetto del tempo, dei livelli e della fine. 



Titolo: La scelta di Giulia
Autore: Brunella Schisa
Editore: Mondadori
Pagine: 306
Genere: Narrativa italiana
EAN: 9788804633419
Prezzo di copertina: € 16,50

È un'abbagliante mattina di luglio quando Emma, neolaureata in Lettere, riceve una telefonata del tutto inattesa: dall'altra parte del filo l'anziana prozia Carolina, che lei a malapena conosce, la invita a casa sua perché, dice, deve consegnarle un regalo. La curiosità di Emma si tramuta presto in stupore quando tra le mura solenni del palazzo di via dei Mille, a Napoli, teatro di tutte le vicende della sua grande famiglia la zia le affida un astuccio che contiene un anello: una meravigliosa corniola ovale con una figura incisa sostenuta da una catena Liberty d'oro rosso. Un oggetto prezioso anche perché appartenuto in origine a Giulia, la mitica bisnonna capostipite della famiglia. A quell'anello è legato un segreto bruciante, che solo la curiosità di una giovane ragazza alla ricerca della propria strada e dell'amore può trovare la forza per scoprire, mentre i giorni di un'estate rovente le portano anche un sentimento conturbante e intensissimo, l'attrazione per un uomo "proibito". Le vite degli uomini bellissimi e infedeli delle donne volitive della grande famiglia Cortesi rievocate sul filo della memoria e dell'emozione dalla più bella e coraggiosa delle loro discendenti.



Titolo: Che ragazza!
Autore: Cathleen Schine
Editore: Mondadori
Pagine: 262
Genere: Narrativa internazionale
EAN: 9788804631590
Prezzo di copertina: € 16,00
  
È il 1964 e Fin, undici anni, rimane orfano e deve lasciare la bella casa di campagna dove risiede per andare a vivere con la sorellastra, l'unica parente che gli rimane. Lady, questo è il suo nome, ha ventiquattro anni, è un po' picchiatella ed eccentrica, vive alla giornata, è incurante del grande patrimonio che possiede, conduce una vita molto bohème e non ha la minima idea di cosa significhi crescere un ragazzino. In più i due non si vedono da anni e non si sono mai frequentati. Fin si ritrova dunque catapultato dal Connecticut al Village a New York nei ruggenti anni Sessanta. Sullo sfondo il movimento per i diritti civili, la guerra in Vietnam e il pacifismo, le femministe, Woodstock, gli hippy. Lady viene presa di mira, perché bellissima, ricca ma soprattutto affascinante e simpatica, da tre pretendenti che a turno la sfiniscono di attenzioni per rubarle il cuore. Ma la ragazza non si vuole sposare e vuole rimanere libera come l'aria, sogna di passare la sua vita a Capri (e ci va) e ben presto Fin capisce che non sarà lei ad occuparsi di lui, ma lui a doversi occupare di lei... 

 

Titolo: Il Paese che amo
Autore: Simone Sarasso
Editore: Marsilio
Pagine: 592
Genere: Gialli
EAN: 9788831716116
Prezzo di copertina: € 19,50

Ljuba Marekovna è soltanto una ragazza cresciuta nei bassifondi di Cracovia, ma è destinata a diventare la Regina della TV privata, una spia senza cuore al soldo del partito comunista e molto altro ancora... Tito Cobra è il primo presidente del consiglio socialista della storia e ha il suo bel da fare a tenere in riga lo Stivale. Andrea Sterling, l'Uomo Nero dei servizi segreti, rischia di smarrire il proprio posto nel mondo dopo il crollo del Muro di Berlino. Salvo Riccadonna detto Dracula, il fiore all'occhiello di Cosa Nostra, è pronto per la mattanza che farà crollare la Cupola. Domenico Incatenato, giudice inflessibile e padre amorevole, si prepara a dar fuoco alla miccia che farà deflagrare il sistema dei partiti e raderà al suolo la prima repubblica. Sul palcoscenico d'un Italia corrotta e malandata sventola un tricolore fatto a pezzi, mentre i protagonisti lottano all'ultimo sangue tra le ultime propaggini della Guerra Fredda e l'alba del mondo nuovo. Sullo sfondo, gli anni rampanti dello yuppismo e del malaffare di Stato, delle bombe di mafia e delle mazzette: un Paese sull'orlo del precipizio, con le mani imbrattate di sangue e le tasche piene di soldi sporchi. L'Italia, il Paese che amo.


Titolo: Alfabeto Poli
Autore: Paolo Poli
Editore:Einaudi
Pagine: 176
Genere: Biografie
EAN: 9788806216092
Prezzo di copertina: € 18,00

Sin dagli esordi Paolo Poli ha guardato il mondo con l'ironia fantasmagorica di chi sa che per restituire lo spirito delle cose, per disinnescare censure e conformismo, c'è bisogno di ridere, e di far ridere. Dall'asilo delle suore alla girandola dei travestimenti nell'avanspettacolo; dall'incontro con Hitler e Mussolini quando era un giovane balilla alle uscite con Laura Betti per rimorchiare in piazza di Spagna ("Eravamo povere, ma belle e bionde"); dalla cinghia tirata negli anni della televisione - quando mangiava soltanto un uovo sodo al giorno - allo scimmiotto peloso con cui andava a letto da bambino dopo aver visto King Kong ("E da li poi ho continuato"). Attraversando mezzo secolo di interviste (cartacee, radiofoniche e televisive - molte disperse, quasi introvabili), Luca Scarlini ha costruito un sillabario poetico e brillante: una sarabanda di racconti spericolati e divagazioni fulminanti. Sullo sfondo di un'Italia colta nei suoi aspetti meno prevedibili, sfila una galleria di personaggi indimenticabili, da Zeffirelli a Parise, da Franca Valeri a Pasolini. La celebre spigliatezza e il genio radente dello sguardo di Paolo Poli si coniugano a qualche sprazzo di garbata malinconia, fino a fondare in qualche modo un'etica della leggerezza. In ciascuno di questi lemmi infatti c'è una lezione da imparare (ridendo e scherzando, come dai migliori maestri), perché è un libro scritto vivendo. 


Buone letture!

giovedì 3 ottobre 2013

Farsi un'idea #2

Il secondo appuntamento della rubrica dà spazio ad alcune righe di Sono tutte storie di Nick Horby, recensito qualche giorno fa. Vediamo se sono riuscita a cogliere l'humor british dell'autore inglese.
Queste pagine sono ricche di informazioni, letture e aneddoti privati e anche dello stile che ha sempre contraddistinto Nick Hornby. È una lettura piacevole e spensierata, assolutamente non impegnativa.

Non è una forzatura affermare che sono proprio le mobilissime sabbie del consenso della critica e del pubblico l'argomento del voluminoso saggio di Carl Wilson su Céline Dion, Let's Talk about Love: A journey to the End of Taste, uscito nell'eccellente collana 33⅓. Quasi tutti gli altri che ho letto (tranne il racconto di Joe Pernice ispirato a Meat Is Murder degli Smiths) sono inni di lode, ben scritti ma convenzionali, ad album importanti della storia del rock - Harvest, Dusty in Menphis, Paul's Boutique eccetera. Ma questo è diverso. Wilson si pone

martedì 1 ottobre 2013

Sono tutte storie di Nick Hornby



Se pensate di trovarvi davanti ad un libro noioso di recensioni noiose, vi sbagliate di grosso: invece, è un libro pieno di Nick Hornby, del suo atteggiamento pungente, ironico, beffardo ( a volte al limite dell'irritabilità).
L'editore Guanda ha pensato bene di raccogliere gli interventi dello scrittore inglese sul «Believer», tra maggio 2010 e dicembre 2011.
Per le recensioni, come le intendono tutti o come potrebbe suggerire il titolo, c'è uno spazio esiguo o quasi assente e più che di recensioni, si può parlare di appunti di lettura. Parlare di libri è un pretesto per divagare: musica in primis, politica, cinema, sesso, famiglia, calcio. La rubrica diventa una sorta di diario e l'autore è un fiume in piena.
Nick Hornby riesce a mixare diversi argomenti letterari con sprazzi della sua vita privata. Magari si addentra nella biografia di Céline Dion durante una partita del suo amatissimo Arsenal, o trova appagamento nel divorare insieme ai figli un'intera serie di libri per ragazzi.

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale