venerdì 7 marzo 2014

Il venerdì in libreria #16

Si sente l'aria di primavera, di festival & co. che da qui a settembre imperverseranno lungo tutta la penisola. Marzo porta diverse novità editoriali che non vi citerò perché sono davvero molte e tutte interessanti, un giusto equilibrio tra narrativa italiana e straniera. Anche se questa osservazione deve essere fatta. Camilleri è al secondo libro per il 2014, a dicembre a quante arriveremo?
E poi un'ultima cosa: ma è successo o succederà qualcosa il 6 e il 12 di questo mese? Perché gran parte degli editori hanno deciso di pubblicare in questi due giorni. Una congiunzione astrale favorevole? Scaramanzia? Numeri usciti sulla ruota di Milano o Napoli?
Chiunque abbia notizie, risponda!

Titolo: Il figlio
Autore: Philipp Mayer
Editore: Einaudi
Pagine: 560
Genere: Narrativa internazionale
Prezzo di copertina: € 20,00
Data di uscita: 04/03

Dalle grandi praterie annerite da immense mandrie di bisonti, agli smisurati ranch di proprietà di un pugno di allevatori che regnavano come monarchi assoluti su schiere di vaqueros, al paesaggio arido e desolato punteggiato dalle torri dei campi petroliferi, la storia del Texas occidentale è la storia di un susseguirsi di massacri, la storia di una terra strappata di mano più e più volte nel corso delle generazioni. E inevitabilmente anche la storia dei McCullough, pionieri, allevatori e poi petrolieri, è una storia di massacri e rapine, a partire dal patriarca Eli, rapito dai Comanche in tenera età e tornato a vivere fra i bianchi alle soglie dell'età adulta, per diventare infine, sulla pelle dei messicani e grazie ai traffici illeciti fioriti nel caos della Guerra Civile, un ricchissimo patròn. Ma se Eli McCullough, pur sognando la wilderness perduta, non esita ad adattarsi ai tempi nuovi calpestando tutto ciò che ostacola la sua ascesa, suo figlio Peter sogna invece un futuro diverso, che non sia quello del petrolio che insozza la terra e spazza via i vecchi stili di vita, e non può che schierarsi con trepida passione dalla parte delle vittime. La storia, però, la fanno i vincitori, ed ecco allora Jeanne, la pronipote di Eli, magnate dell'industria petrolifera in un mondo ormai irriconoscibile, in cui di bisonti e indiani non c'è più neanche l'ombra, e i messicani sono stati respinti al di là del Rio Grande...

Titolo: La miscela segreta di casa Olivares
Autore: Giuseppina Torregrossa
Editore: Mondadori
Pagine: 300
Genere: Narrativa italiana
Prezzo di copertina: €18,00
Disponibile in ebook: € 9,99
Data di uscita: 04/03

Nel cuore di Palermo, sotto l'appartamento abitato dalla famiglia Olivares, batte il cuore di un drago fiammeggiante: si chiama Orlando, è la macchina che tosta e macina il caffè giunto da ogni parte del mondo riempiendo la putìa di profumi intensi... È nella torrefazione che cresce Genziana, il più bel fiore degli Olivares, nella certezza che il futuro non riservi sorprese perché sua madre - sensuale orchestratrice della vita di tutta la famiglia - sa prevederlo leggendo i fondi di caffè. Ma proprio quando Genziana si appresta alla fioritura della giovinezza irrompe la guerra, e con essa il lutto e la fame... Il grande drago è costretto a fermarsi, Palermo è ridotta a un cumulo di macerie e Genziana resta sola. Sarà un piccolo oggetto giunto dal Continente a darle un segno di speranza: la moka, che offre un caffè senza fondi da interpretare, veloce e forte come il futuro che arriva di corsa per quella città bellissima e pericolosa, per una fanciulla sola e fiera...

Titolo: E le stelle non stanno a guardare
Autore: Loredana Limone
Editore: Salani
Pagine: 386
Genere: Narrativa italiana
Prezzo di copertina: 14,90
Disponibile in ebook: €9,99
Data di uscita: 06/03

Un romanzo, dove sono protagoniste una pluralità di voci e di storie, la maggioranza delle quali femminili: alcune che a Borgo Propizio sono nate e sono rimaste per tutto il corso della loro vita, come la vedova Letizia (settantenne piena di vita, animatrice della latteria "Fatti mandare dalla mamma", con la sua cucina e i suoi corsi di scrittura creativa gastronomica), altre che pur abitando nel capoluogo di provincia hanno come principale punto di riferimento il borgo e la sua animata vita, infine esponenti dell'ultima generazione di abitanti che, scappati dal paese natio, vi ritornano a vivere apprezzando l'idilliaco paesaggio e la tranquillità che vi regna.

Titolo: Come un respiro ininterrotto
Autore: Fabio Stassi
Editore: Sellerio
Pagine: 316
Genere: Narrativa italiana
Prezzo di copertina: €16,00
Disponibile in ebook: €10,99
Data di uscita: 06/03

Sole veniva da un’isola che non aveva mai abitato. Quando era bambina la nonna Lupe le ripeteva: “Ogni figlio di emigranti è partorito come in un trasloco”, e lei era cresciuta in un alveare pieno di lingue e di colpi di martello. Poi, in prima media, un insegnante di musica cieco ne esaminò l’intonazione e per tre anni le impose il silenzio. Da quel momento, da quel granello di ghiaccio che le si era conficcato nel petto, Sole iniziò a cantare. La voce le usciva come un’emorragia, per disubbidienza. E divenne una cantante senza mai incidere un disco, semplicemente perché non c’era niente di lei che si potesse registrare. Dopo l’esordio al Folkstudio di Roma nel 1970, diventò la voce delle cantine. Cantava per le case profanate dell’infanzia, per il silenzio dei ciabattini, nella luce degli ospedali, nell’ombra delle speranze tradite e sconfitte. Per gli amici che avrebbero smesso di suonare. Per la violenza del potere, per la vergogna di tutti e di ciascuno, per il talento e l’amore. E lei nell’amore e nel canto si trasfigurava: invecchiava di colpo, andava sott’acqua, col viso di porcellana. L’avventura di Sole la raccolse Matteo, il suo contrabbassista dall’orecchio assoluto, quando fu troppo tardi per qualunque cosa, anche per le rivoluzioni. Raccoglie insieme i suoi appunti, i fogli di quaderno, testimonianze e racconti, i nastri di una generazione che è dovuta cambiare. E immagina Sole in un giorno di giugno del 2011, su una spiaggia, mentre si allontana e irraggiungibile prende il largo. Completamente libera, come nel primo pezzo che avevano suonato insieme.

Titolo: La bionda dagli occhi neri. Un'indagine di Philip Marlowe
Autore: Benjamin Black
Editore: Guanda
Pagine: 304
Genere: Giallo
Prezzo di copertina:  €17,50
Disponibile in ebook: € 9,99
Data di pubblicazione: 06/03

Mrs Clare Cavendish è una donna molto ricca e altrettanto affascinante, una bionda dagli occhi neri che gestisce una grossa industria di profumi. Ma Clare è anche una donna disperata, che vuole sapere perché il suo amante, Nico Peterson, è scomparso da giorni. Per scoprirlo, si rivolge a Marlowe, che inizia una difficile indagine, costellata di pericolosi interrogativi. Che cosa ci faceva un uomo come Peterson, agente hollywoodiano di scarso successo, con una donna come Clare? E Peterson è veramente morto travolto da un'automobile, come sembra aver scoperto Marlowe, o è vivo, come sostiene la sua amante? E perché, a ogni passo avanti che Marlowe crede di fare nelle indagini, qualcuno muore? Quando ormai sta perdendo le speranze di trovare il bandolo della matassa, Marlowe viene contattato da Petterson, che cambia tutte le carte in tavola...

Titolo:  Un angelo a Babilonia
Autore: Friederich Dürrenmatt
Editore: Marcos y Marcos
Pagine: 192
Genere: Narrativa internazionale
Prezzo di copertina: €13,00
Data di uscita: 06/03

Una ragazza candida, sexi, arguta. Un angelo trafficone, l'uomo più povero al mondo e il re di Babilonia. Un intreccio di amori e seduzioni, assurde utopie, ruoli capovolti. Tutti sono innamorati di Kurrubi: da quando l'angelo l'ha portata a Babilonia, fanno a gara per conquistarla. L'angelo vorrebbe darla in sposa all'uomo più povero al mondo, il mendicante Akki. Il re Nabuco vorrebbe sedurla, e convincere Akki a non mendicare più. Akki non ci pensa nemmeno: è mendicante, certo, ma solo sulla carta. Ricche donne, mercanti e dignitari gli danno quel che chiede. La sua dialettica potrebbe far di lui un uomo potente. Nabuco, che per convincere Akki si è travestito a sua volta da mendicante, lo sfida: vince chi ottiene di più dai passanti. Mentre Kurrubi si innamora di Nabuco e Akki sembra avere la meglio, a Palazzo scoppia una sommossa. Il re deve lasciare la tenzone, Akki riprende il pellegrinaggio, Kurrubi e l'angelo non sanno bene che fare. Poi, immancabile, dal cielo arriva il colpo di scena...

Titolo:  Le ragazze rubate
Autore: Jennifer Clement
Editore: Guanda
Pagine: 266
Genere: Narrativa internazionale
Prezzo di copertina: €16,50
Disponibile in ebook: €9,99
Data di uscita: 06/03

C'è un paese sperduto in Messico, che dista solo un'ora da Acapulco e dalle sue ville, ma sembra lontano migliaia di chilometri. Un paese nascosto tra le montagne, sul quale gli elicotteri della polizia scaricano il veleno che dovrebbero usare per distruggere le coltivazioni fuorilegge di papaveri da oppio, un paese dove non ci sono uomini, perché morti o emigrati, un paese devastato dalle incursioni continue dei narcotrafficanti, che rapiscono le ragazze più belle per passare qualche ora di divertimento prima di buttarle via come giocattoli rotti. In questo paese ogni madre ha scavato una buca dietro casa per nascondere e proteggere le figlie, in questo paese ogni donna che aspetta un bambino spera che non sia femmina. È qui che vive la sua adolescenza Ladidi, abbandonata bambina dal padre. Sono anni duri, in cui dovrà affrontare il rapimento della sua migliore amica Paula e un lavoro in una villa di Acapulco dove c'è qualcosa di poco chiaro.

Titolo: Giochi criminali
Autore: G. De Cataldo, M. De Giovanni, D. De Silva, C. Lucarelli
Editore: Einaudi
Pagine: 192
Genere: Giallo
Prezzo di copertina: € 16,50
Data di uscita: 11/02

Quattro racconti lunghi dove si pratica l'arte del gioco. Un gioco però senza regole. Perché quando a giocare sono gli adulti, i giochi possono diventare pericolosi. Possono diventare, in un battere di ciglia, giochi criminali. Quattro storie con la professoressa Emma Blasi, il commissario Ricciardi, l'avvocato Malinconico, l'ispettore Grazia Negro.

Titolo: Margò
Autore: Antonella Gatti Bardelli
Editore: Bompiani
Pagine: 180
Genere: Narrativa italiana
Prezzo di copertina: € 11
Disponibile in ebook:
Data di uscita: 12/03

Roberta e la figlia Margò hanno attraversato insieme i passaggi più difficili di una vita piena di tornanti: dopo la separazione della donna dal marito, la ragazza incontra la prova più difficile, conosce la dipendenza e un uomo sbagliato. Proprio quando l'orrore sembra alle spalle, una notte, una dose di troppo, e Roberta si trova ad affrontare il dolore più grande per una madre. Margò è il romanzo dell'amore di una donna che cerca di conoscere sua figlia, che lotta per salvarla e continua la battaglia anche quando sembrerebbe non avere più importanza. Invece Roberta non si arrende, si ancora alla sua forza, spaventata da incubi e visioni, incontra altre madri che hanno vissuto lo stesso dolore e nelle loro storie scopre il vuoto che stava distruggendo la figlia, e comprende la sua scelta estrema. Un viaggio in Kenya segnerà l'inizio di una nuova vita per Roberta, quando una coincidenza apparentemente inspiegabile colmerà la distanza con la figlia, e unirà finalmente le due donne di un amore assoluto.

Titolo: Il mondo non mi deve nulla
Autore: Massimo Carlotto
Editore: e/o
Pagine: 108
Genere: Narrativa italiana
Prezzo di copertina: €9,50
Disponibile in ebook: €5,99
Data di uscita:12/03

In questo libro l’autore padovano racconta di Adelmo, un ladro improvvisato spinto a rubare dopo aver perso il lavoro di operaio, che entra di soppiatto in una elegante casa a Rimini e trova una bella donna che non solo non grida e non trema ma anzi lo sfida a rubare con agghiacciante sicurezza. Davanti allo stupore paralizzante che coglie il ladro, la donna rivela man mano il suo mistero: è stata croupier nei casinò delle navi da crociera fino a quando è stata a sua volta ingannata e derubata dei risparmi di una vita, e adesso chiede ad Adelmo di ucciderla. in cambio lui potrà prendere tutto quello che le resta. Da questo punto in poi, il mefistofelico patto offerto dalla bella donna spingerà i due protagonisti in una spirale di rimpianti, cinismi, umiliazioni, crudeltà, rimorsi, dubbi, narrati con un linguaggio lapidario e sferzante attraverso dialoghi essenziali, profondi e spesso anche comici.


Titolo: Pensieri della mano
Autore: Tullio Pericoli
Editore: Adelphi
Pagine:144
Genere: Narrativa italiana
Prezzo di copertina:  € 13,00
Data di uscita: 12/03

Nel suo autoritratto più noto, Tullio Pericoli si presenta come un Piccolo Nemo, doverosamente seduto sul letto: sulla parete di fondo uno dei suoi paesaggi, a terra un piccolo universo portatile di tubi, pennelli, matite, più un certo numero di immagini, fra cui spiccano un altro autoritratto (di Rembrandt) e la Torre di Babele di Bruegel. In questa conversazione con Domenico Rosa, Pericoli sembra tornare dentro quella tavola, per descriverci cosa dipinge e disegna, come, e perché. Ci sarebbero tutti i presupposti di un insidiosissimo discorso sull'arte: ma con l'intelligenza, la precisione e la grazia che gli conosciamo, Pericoli ci offre invece - semplicemente - il racconto di un mestiere.

Titolo: Racconti di una vita
Autore: Nadine Gordimer
Editore: Feltrinelli
Pagine: 320
Genere: Racconti
Prezzo di copertina:  19,00
Data di uscita: 12/03

È una raccolta di cinque decadi di racconti inediti in Italia, dal 1952 al 2007. Gordimer disegna la geografia delle relazioni umane con un acume psicologico affilatissimo e una sorprendente mancanza di sentimentalismo. Il suo essere radicata a un momento politico, un luogo e una fede, non ha mai diminuito i suoi talenti come artista. La sua scrittura si mette così al servizio dell'umanità e diventa un memento potentissimo dell'agonia vissuta in Sudafrica e un estremo tentativo d'intervento umano fra due fazioni di una società che sembra disperatamente divisa.

Titolo: Il bambino segreto
Autore: Camilla Läckberg
Editore: Marsilio
Pagine: 526
Genere: Giallo
Prezzo di copertina: €14,00
Disponibile in ebook: € 11,99
Data di uscita: 12/03

L'estate sta per finire a Fjällbacka, la cittadina sulla costa occidentale della Svezia lentamente si svuota della folla di turisti, e per Erica è arrivato il momento di affrontare una scoperta inquietante: nella soffitta di casa, in un baule dove la madre Elsy conservava i suoi oggetti più cari, ha trovato alcuni diari e una medaglia dell'epoca nazista avvolta in una camicina da neonato macchiata di sangue. Pur spaventata dal rischio di rivelazioni che forse sarebbe meglio continuare a ignorare, decide finalmente di interpellare uno storico esperto della seconda guerra mondiale, da cui ottiene però solo risposte molto vaghe. Due giorni dopo, il vecchio professore viene assassinato. Mentre Patrik cerca maldestramente di conciliare il suo congedo di paternità con il desiderio di partecipare alle indagini, Erica s'immerge nelle pagine del diario di Elsy e nel drammatico passato di cui raccontano, cercando di capire chi è ancora disposto a tutto pur di mantenere il segreto su eventi tanto lontani.

Titolo: Exit strategy
Autore: Walter Siti
Editore: Rizzoli
Pagine: 210
Genere: Narrativa italiana
Prezzo di copertina: € 18,00
Disponibile in ebook: € 9,99
Data di uscita: 12/03

Il protagonista di questo romanzo è Walter Siti. Non il Walter Siti in carne e ossa ma il personaggio che l'autore ha inventato nei suoi libri precedenti. Un uomo che ha deciso di cambiare vita, di abbandonare quella illusione di onnipotenza in cui si è cullato per trent'anni, e che dopo tante storie effimere si è adattato alla relazione "umana troppo umana" con un nuovo compagno. Il passaggio dal desiderare all'essere desiderato, e il contemporaneo trasferimento da Roma a Milano, significa per lui la fine dei sogni facili e l'assunzione di una responsabilità a lungo rimandata. Sullo sfondo di questo percorso personale, un interrogativo più profondo: davvero per gli italiani è possibile risvegliarsi dall'incantesimo, dimenticare il "sole in tasca" del loro leader idolatrato e odiato in ugual misura? Esiste una via d'uscita che non sia semplice recessione? O, come il vecchio protagonista teme per sé, l'uscita si configura soltanto come un ennesimo trompe-l'oeil, dove le ossessioni non si sconfiggono combattendole ma si eludono parlando d'altro?

Titolo: L'ultima madre
Autore: Giovanni Greco
Editore: Feltrinelli
Pagine: 384
Genere: Narrativa italiana
Prezzo di copertina: €17,00
Data di uscita:12/03

Le vite degli individui sono rette parallele che s’incontrano all’infinito, in un orizzonte illusorio, sono impulsi che corrono avanti e indietro, s’inseguono, talora s’intravedono o si sognano reciprocamente, più spesso si mancano. María è una mite casalinga di un barrio povero di Buenos Aires, vedova di un muratore di origini italiane. Gli uomini che hanno preso il potere in Argentina hanno fatto sparire i suoi due figli, i gemelli Pablo e Miguel, insieme a tante altre persone dissolte nel nulla. María cerca una risposta, vuole la verità, e per questo viene imprigionata, torturata, esiliata. La sua vicenda si sovrappone a quella di Mercedes, figlia e moglie di due militari di quella giunta che reprime nel sangue ogni forma di opposizione. Anche Mercedes è madre di due gemelli, Nacho e Mari. I bambini le sono stati consegnati alla nascita, figli di un’attivista politica arrestata e poi scomparsa. Sono cresciuti in una famiglia che non è la loro, all’oscuro di tutto. Nato come spettacolo sul tema dei desaparecidos, frutto di un’inchiesta condotta sul campo a Buenos Aires, il libro è un potente affresco: destini che procedono asimmetrici nel tempo e nello spazio, ma indissolubilmente intrecciati, personaggi che appaiono a un angolo di strada o svaniscono senza lasciare traccia, che si ergono a divinità del male, mutano pelle come serpenti, impazziscono, frugano disperatamente nei bassifondi dell’animo alla ricerca della propria identità. Quell’identità negata a molti negli anni bui della dittatura e che solo alcuni hanno potuto recuperare grazie al lavoro straordinario delle nonne di plaza de Mayo. Giovanni Greco racconta l’oltraggio con una lingua meticcia, che dà forma plastica all’oralità, muovendosi in un arco di tempo che va dall’Argentina degli anni settanta ai nostri giorni, ma che affonda le radici nella storia europea del Novecento, tra violenza di stato e realismo magico, tra aneliti di rivolta e voluttà del tango.

Titolo: Il combattente. Come si diventa Pertini
Autore: Giancarlo De Cataldo
Editore: Rizzoli
Pagine: 180
Genere: Narrativa italiana
Prezzo di copertina: €17,00
Disponibile in ebook: €9,99
Data di uscita: 12/03

Giancarlo De Cataldo scrive una sceneggiatura per un film su Sandro Pertini scegliendo il punto di vista più inusuale per farlo. Perché raccontare il Pertini in azione nelle trincee della Prima Guerra, picchiato e bandito dai fascisti, esule e, dopo 14 anni di confino, giustiziere intransigente durante la Resistenza, significa riconoscere in lui, dietro la leggendaria forza morale, anche l’oscura furia che lo ha accompagnato per una vita intera.

Titolo: Inseguendo un'ombra
Autore: Andrea Camilleri
Editore: Sellerio
Pagine: 256
Genere: Narrativa italiana
Prezzo di copertina: € 14,00
Disponibile in ebook: € 10,00
Data di uscita: 13/03

Questa è la storia di Samuel Ben Nissim Abul Farag, di Guglielmo Raimondo Moncada, di Flavio Mitridate. Non si tratta di tre persone ma di un solo individuo. Caltabellotta, provincia di Agrigento, 1465. Samuel Ben Nissim appartiene alla comunità ebraica, ha quindici anni, la rotella di panno cucita sulla camicia a marcare la differenza con i cristiani. È svelto e colto, conosce già varie lingue. Il padre Rabbi Nissim nutre grandi ambizioni per quel figlio che istruisce anche nella qabbalaq. Ma il destino decide diversamente, le circostanze costringono il ragazzo a trovare rifugio in un convento di frati. Così la giovane promessa diventa un ebreo convertito, disprezzato dalla comunità giudaica, maledetto dalla sua famiglia, Samuel si chiude fra le mura del convento, vuol sbiadire nella memoria dei suoi. Addottrinato nella fede cattolica, al momento della conversione prende il nome di colui che lo tiene a battesimo, il conte Guglielmo Raimondo Moncada, poi si stabilisce a Roma, diventa prete e grande è la sua fama di predicatore. Giunge all'apice della sua carriera ecclesiastica nel 1481 quando il venerdì santo recita davanti al papa Sisto IV il sermone sulla Passione. Poi però succede qualcosa: "caduto in grave errore", questo solo dicono i documenti, perde lo stato ecclesiastico e scompare. Lo ritroviamo dopo qualche tempo con il nome di Flavio Mitridate, il re del Ponto era famoso per la conoscenza delle lingue oltre che per la resistenza al veleno...

4 commenti :

  1. Grazie per i consigli! Mi sono segnata un bel pò di titoli :D

    RispondiElimina
  2. Tante uscite questa settimana! Mi ispira Il figlio...

    RispondiElimina
  3. Io sono una di quelle che vengono adescate dalle copertine, avrei comprato quello di Giuseppina Torregrossa senza neanche battere ciglio.

    :)

    RispondiElimina

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale