martedì 23 settembre 2014

Farsi un'idea #53

Questo è un Farsi un'idea fresco di recensione e di uscita: Lezioni in paradiso di Fabio Bartolomei è stato pubblicato una settimana fa ed io ne ho parlato ieri.
Ribadisco che a me il libro è piaciuto per la trasposizione, nonché denuncia sociale, della realtà più contemporanea, che già è assurda, non poteva trovare forma che in un racconto fantasioso. E qui ne abbiamo una prova. 
Buona lettura!
Si chiese allora cosa potesse aver convinto il suo capo ad affidarle un compito così gravoso. Escludendo il curriculum, che sapeva poter far colpo solo se corredato di foto, pensò alla propria personalità. L'idea le piaceva, ma si rassegnò a scartarla perché era sicura di scarseggiare, quanto a personalità. Altrimenti in vita avrebbe avuto molte amiche, altrimenti si sarebbe sentita circondata dalla stima delle persone, altrimenti la sua laurea le avrebbe garantito una carriera brillante.
Nel quartiere dov'era nata ne avevano distribuite a tonnellate, di personalità. Tutti i suoi coetanei erano cresciuti con la convinzione di poter avere successo senza impegnarsi, senza possedere nessuna preparazione particolare. Cosa fosse di preciso non l'aveva capito, a volte sembrava solo un taglio di capelli, altre un atteggiamento perenne di indolenza, altre ancora un'ingiustificata saccenteria o una cieca fiducia in se stessi. Per colmare la lacuna, per ristabilire una sorta di parità, lei si era rifugiata nello studio. E la cosa aveva funzionato: proprio come loro, alla fine, aveva trovato un lavoro. Da commessa. 
Tornò nella stanza del diletto e, pensando al capo che era riuscito a leggerle nel pensiero l'intenzione di sparecchiare, volle verificare se anche lei fosse in possesso di quel dono. Concentrò lo sguardo sul volto di Goffredo, tenendo gli occhi socchiusi. Niente. Riprovò focalizzando l'energia sulla sua fronte, con gli occhi prima spalancati e poi chiusi, accompagnando la concentrazione con una nota labiale, bassa e distesa. 


Da Lezioni in paradiso di Fabio Bartolomei, pp. 11-12

2 commenti :

  1. Io lo voglio assolutamente leggere. Ho appena finito Giulia 1300 e altri miracoli e adoro già l'autore <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me manca tutta la sua prima bibliografia, spero di recuperare al più presto.

      Elimina

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale