domenica 9 novembre 2014

Farsi un'idea #60

Vi alletto questa domenica grigia con un brano da La schiuma dei giorni di Boris Vian, un libro che ben rappresenta la carica inventiva dell'autore francese. La storia di Colin e Chloé è semplice quanto drammatica, ma a dare quel input in più è l'originalità visibile nella scrittura. Boris Vian crea immagini, neologismi senza aver paura di risultare inverosimile. 
Colin presenta al suo amico Chick il suo pianocktail: a ogni nota corrisponde un ingrediente per il drink desiderato. Geniale.
Buona lettura!
«Hai voglia di prendere un aperitivo?» chiese Colin. «Ho finito di costruire il mio pianocktail, tu potresti sperimentarlo».
«Ma dai, e funziona?» domandò Chick.
«Perfettamente. È stato duro riuscire a metterlo a punto, ma alla fine il risultato è molto superiore alle mie aspettative. Partendo dalla Black and Tan Fantasy, sono riusciuto a ottenere una miscela davvero sbalorditiva».
«Si può sapere che metodo hai usato?»

«A ogni nota» spiegò Colin «faccio corrispondere un alcolico forte, un liquore o una spezia. Il pedale del forte corrisponde a un uovo sbattuto e quello del piano al ghiaccio. Per avere il seltz, bisogna fare un trillo su un registro acuto. Le quantità sono direttamente proporzionali alla durata: alla semibiscroma equivale un sedicesimo di parte, alla semiminima una parte, alla semibreve quattro parti. Quando suona un motivo lento, subito entra in azione un sistema di registri, in modo che non venga aumentata la dose – altrimenti ne verrebbe fuori un cocktail troppo abbondante – ma il tasso alcolico. Inoltre è possibile, sempre che se ne abbia voglia, far variare il valore dell'unità a seconda della durata del motivo, per esempio riducendola a un centesimo, in modo da ottenere una bevanda che, per mezzo di una regolazione laterale, tenga conto di tutte le armonie». 
«Mi pare complicato» disse Chick.
«Il tutto è comandato da un sistema di contatti elettrici e relè. È inutile che ti fornisca maggiori particolari, sono cose che sai meglio di me. Ma, insomma, oltre a tutto il pianocktail suona davvero».

Da La schiuma dei giorni di Boris Vian, pp. 24-25

2 commenti :

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale