lunedì 29 dicembre 2014

Eventi, incontri, occasioni - 2014


Abbondiamo di classifiche? Io non mi tiro indietro. Spesso mi divertono e servono a fare il punto della situazione.
Prima di passare ai libri (ce ne occuperemo domani), vorrei trattare degli eventi, festival, incontri etc... che hanno tenuto banco in questo 2014. Partecipando a molti di questi, mi sembrava e mi giusto rendere nota di ciò che produce positivamente la nostra terra. 
Ho selezionato e scremato. Vi dico solo che di incontri ne ho inseriti solo due: molti mi hanno lasciato l'amaro in bocca, soprattutto per via di chi non ha saputo gestire le presentazioni. Amen. 
In ogni caso ho trovato aspetti che mi hanno arricchita: il fine non è questo? Imparo a scegliere, a farmi un'opinione.
Ma veniamo al dunque... 

Sulla lettura è stato l'unico articolo in cui abbia espresso la mia opinione. Di solito non mi piace espormi perché spesso si scatenano battaglie inutili (ha senso raccontarcela tra di noi?). Rileggendolo mi sono divertita del mio piglio deciso e confermo quanto scritto. La lettura non si può imporre, ma deve suscitare curiosità. È necessario curare il lettore forte, colui che potrebbe influenzare chi non sfoglia nemmeno per sbaglio un libro e non accanirsi intercettando un pubblico interessato ad altro. Questo è un appello agli editori. Onestamente, ognuno ha i propri hobby se così vogliamo chiamarli.
E anche se gestisco un bookblog, i libri non possono equivalere alla vita vissuta e non approvo i monotematici perché annoiano persino me che sarei in grado di sostenere per un'intera serata conversazioni libresche.
Senza dilungarmi e aprire nuovi fronti, forse dovrei scrivere più post simili.

Silvia Avallone e Chicca Gagliardo hanno in un certo senso aperto e chiuso l'anno. Sono stati gli incontri che più di tutti mi hanno entusiasmata e fatto riflettere. In entrambe ho trovato spunti che mi hanno emotivamente coinvolta. Silvia è energica e Marina Bellezza è stato un pretesto per dire la sua riguardo le potenzialità del territorio e degli individui rispetto ad un'Italia pigra e arraffona. Invece, con Chicca sono riuscita a scambiare qualche parola prima che iniziasse la presentazione. Il ricordo è molto recente. Chicca è una splendida persona e il suo percorso all'interno del Poeta dell'aria è stato meraviglioso. 
Vi consiglio di andare alle loro presentazioni, rimarrete sorpresi. 
Ma è un caso se ho la dedica di queste due fantastiche donne?

Ho conosciuto la realtà di Edizioni Precarie attraverso un video di Repubblica. Ho contatto Carmela per intervistarla. Per chi non fosse ancora al corrente, Edizioni Precarie è casa editrice e tipografia, un progetto speciale che nasce dalle seconde possibilità e da nuove visioni: carta e storie sono un prolungamento della quotidianità e del tessuto culturale siciliano. È un bell'esempio di creatività e coraggio. Auguro buona fortuna a Edizioni Precarie.

Partecipare con Letteratura rinnovabile a Sentieri sostenibili è stata un'esperienza incredibile per la conoscenza e condivisione, soprattutto è stata un incontri di cuore.
Massimo e i suoi asinelli ci hanno accompagnati in questo suggestivo percorso naturalistico: «lenti ma presenti» siamo arrivati fino a Camogli. Ho faticato lungo i sentieri liguri, ma ricordo con nostalgia quei tre giorni immersi nel blu del mare e del verde dei boschi, la bellezza di un territorio lontano dal glamour della più vicina Santa Margherita Ligure.
Ringrazio infinitamente Letteratura rinnovabile per questa opportunità.

Di festival e eventi simili, non dico che ne ho fatti i calli, ma quasi. Ne ho visti diversi alcuni non mi hanno delusa altri avrebbero potuto essere organizzati meglio. Andare al Festival Internazionale di Ferrara è stata anche l'occasione soprattutto di visitare una città che conoscevo superficialmente. In questa cornice incantevole sono riuscita ad ascoltare Jhumpa Lahiri e soprattutto Teju Cole, che mi aveva colpita con il suo libro d'esordio, Città aperta
  
Sfogliare stanze è una mostra che vi consiglio di visitare (c'è tempo fino al 13 gennaio). Il connubio libri e arte ha trovato felicemente spazio a Palazzo Pigorini di Parma. Ci sono stata tre volte, ho assistito agli incontri di Federico Maggioni e Chicca Gagliardo. Ve ne ho già parlato sopra. Dai Corraini, credo, che si aspettasse molto e le sale sfoggiano la genialità dell'arte, dei colori, dei libri ben fatti e della ricerca. E anche della fiducia che questi editori nutrono verso i loro artisti.

E non per ultimo, Fingerbook, la collaborazione nata con Michela di A tutto pepe, una rubrica nata dall'incontro tra i libri e la cucina che va avanti da diverso tempo. Ogni mese cerchiamo di coniugare i miei e i suoi interessi. L'idea è tutta di Michela, brava tra i fornelli. C'è molta stima tra di noi. Anzi, vi invito a suggerirci bei titoli da... gustare prossimamente. 

 

A domani con i miei libri preferiti del 2014.

4 commenti :

  1. Un anno davvero intenso! Anche io ho iniziato l'anno con Silvia Avallone e devo dire che è stata una delle presentazioni migliori a cui abbia mai partecipato... ora non resta che sperare in 2015 ricco e pieno di begli incontri e buone letture! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero anch'io, visto che diversi incontri mi hanno un po' delusa.

      Elimina
  2. Sei una persona incredibile, intelligente e sensibile, ti auguro ogni bene e grazie per aver intrapreso con me questa avventura! Ti abbraccio donna speciale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacio grande quanto l'universo. Che sia un anno ricco di sorprese. Te le meriti.

      Elimina

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale