martedì 31 marzo 2015

#bookin(gram)mi 1

Con un giorno di ritardo, causa cronaca del Book pride, cominciamo a tirare le file del mio primo esperimento su Instagram che coinvolge i lettori, i libri e il famoso social network.
La scorsa settimana ho presentato l'iniziativa e oggi conosciamo i capitani coraggiosi che si sono cimentati con le fotografie e i consigli letterari. Lascio la parola a loro.

lunedì 30 marzo 2015

Cronache dal Book Pride in 10 punti

Sabato sono stata al Book pride di Milano (27-29 marzo), la prima fiera dell'editoria naturalmente indipendente, presso i Frigoriferi milanesi, un evento di incontri, discussioni e libri. La struttura mi ha illusa molto perché pensavo che sarebbe stata distribuita su più piani ma non per questo non è stata una bella occasione per allargare gli orizzonti verso nuove realtà librarie. Alla fine, il libro doveva essere il protagonista e così è stato.

venerdì 27 marzo 2015

Momenti di trascurabile qualità

Quando domenica sera ho visto a Che tempo che fa Francesco Piccolo leggere qualche brano da Momenti di trascurabile infelicità, ho riso delle situazioni buffe, delle battute “argute”. Poi mi è venuto in mente che l'uscita del libro si trascina dietro la vittoria del Premio Strega del 2014. Sentivamo la mancanza di Piccolo, noi italiani dalla memoria corta. In libreria ho sfogliato il libro. Un elenco di situazioni, alcune di un solo rigo al costo di € 13,00.

mercoledì 25 marzo 2015

La grande estate. Sylvia Plath a New York, 1953 di Elizabeth Winder


Sylvia Plath, questa sconosciuta. Non so nulla di lei, della sua vita, della sua poesia, dei suoi diari. Non mi spaventa la sua immagine tormentata. Ci vogliono i tempi giusti per avvicinarsi a certi autori.
La distanza si è cominciata a ridurre con La grande estate di Elizabeth Winder (Guanda) che ritrae una appena ventenne e speranzosa Silvia Plath a New York che poi è il sottotitolo del libro. Il lavoro della Winder non mi ha convinta del tutto: il percorso della poetessa non è sviscerato bene, si dà troppo peso alla novità dell'esperienza e poco al dolore che piano piano l'avvolge, descritto meglio nell'ultima parte, con il ritorno a casa.

lunedì 23 marzo 2015

#bookin(gram)mi

Davvero il 2015 è l'anno delle rubriche per il mio blog e spero che sia anche l'ultima per ora.  Mai avute tante idee e ispirazioni.  
Vi comunico fin da subito che i protagonisti sarete voi e i libri, ovviamente.

venerdì 20 marzo 2015

Incontri d'autore - Erri De Luca più una polemica


È trascorsa esattamente una settimana dall'incontro con Erri De Luca alla Feltrinelli di Parma. Fino a ieri ero indecisa se parlarne o meno perché qualche giorno fa lamentavo su Facebook lo scarso interesse che editori o librai hanno delle opinioni di lettori, blogger – nel mio caso. Spesso, sono stata invitata dai librai ad assistere alle presentazioni, chiedermi un pezzo (cosa che mi entusiasma) per poi dimenticarsi che ho perso tempo a scrivere due righe sull'incontro. È un favore reciproco la condivisione di parole e tempo.

mercoledì 18 marzo 2015

Gli anni al contrario di Nadia Terranova


L'avevo messo da parte, Gli anni al contrario di Nadia Terranova per Einaudi, con l'intenzione di leggerlo in un tempo senza scadenza poi, invece, sono stata investita da una valanga di entusiasmi che ho voluto anticipare la lettura.
Il primo libro da adulta della Terranova ha un ritmo narrativo intenso e compresso, rifugge i sentimentalismi e le ovvietà. Scritto con chiarezza (odio il termine spontaneo), naturale, fluisce come acqua. Manca per fortuna della gravità degli anni '70 che forse lo avrebbe reso troppo calcato. Il pregio sta proprio in questo.
Piacevolmente sorpresa anche dal continuo avvicendarsi degli sguardi dei protagonisti, tanto da non perdere mai il loro punto di vista. E ancor più sorpresa dall'ambientazione, quella Messina «piccola e addormentata città sul mare», periferia del fragore che fu.

lunedì 16 marzo 2015

I piccolini - Papà tatuato di Daniel Nesquens e Sergio Mora


Il papà di Daniel Nesquens e Sergio Mora è colorato, anzi è tutto un tatuaggio, non a caso il titolo è Papà tatuato (Orecchio acerbo). E di inchiostro sul corpo di questo papà esuberante e avventuriero ne ha in abbondanza. Il Papà tatuato ha un cuore impavido e un dono: sa raccontare le storie, sopratutto quelle che lo riguardano. Impossibile stargli dietro.

venerdì 13 marzo 2015

Il venerdì in libreria #35

Eccoci con le uscite di fine inverno e inizio primavera.
Di alcuni libri non sono riuscita a reperire informazioni, aggiornerò l'elenco eventualmente.
Inoltre, vi segnalo ulteriori titoli per questo marzo: per i più piccoli Chi sono io? di Gianni Rodari (31/03) e sempre per Einaudi escono Tutti gli scritti di Anne Frank (24/03); La sposa giovane di Alessandro Baricco edito da Feltrinelli(18/03); Pic di Kerouac per Mondadori (03/03); Il quadro delle meraviglie di Camilleri (05/03) che non inserito nella lista sottostante solo perché ho dato spazio a diversi libri di critica/saggistica. 
Buon weekend in libreria!


Titolo: L'ambasciata di Cambogia
Autore: Zadie Smith
Editore: Mondadori
Pagine: 72
Genere: Narrativa internazionale
Prezzo di copertina/ebook: 10,00 - 4,99
Data di uscita: 10/03

mercoledì 11 marzo 2015

Coral Glynn di Peter Cameron

In queste settimane ho letto due libri di Peter Cameron (entrambi editi da Adelphi): per Il weekend vi faccio attendere ancora, Coral Glynn, invece, è il titolo di oggi. Inutile dirvi delle molte somiglianze riscontrate, quando recensirò anche l'altra opera ne tratterò più diffusamente.
Coral Glynn mi è piaciuto di meno rispetto al primo perché non sono una grande amante dei romanzi dalle atmosfere tipicamente inglesi. Con ciò non voglio dire che sia un libro illeggibile, anzi vi rassicuro di certa scorrevolezza e coinvolgimento anche dovuta all'eleganza della scrittura di Peter Cameron.

lunedì 9 marzo 2015

Location? Happy hour? Ma #dilloinitaliano!


Location, hair stylist, happy hour... e soprattutto jobs act: c'è un corrispettivo italiano per ciascuna parole – luogo dell'evento, parrucchiere, aperitivo, legge sul lavoro. Tra i burocrati e in certi ambienti – moda, televisione, cinema – serpeggia il virus dell'itanglese, la presunta conoscenza di una lingua inglese. Per piacere. Intere conversazioni infarciti di termini inglesi, prive di senso per sorprenderci con effetti linguistici. Basta davvero!

venerdì 6 marzo 2015

Bibliofilia - A scuola con i libri. Avventure di una libraia-maestra di Grazia Gotti

Al di là che questo libro parli di altri libri, dopo che l'avrete letto vi confermerà che l'insegnamento è davvero una vocazione. Se non ce l'hai non puoi improvvisarti insegnante. È la verità. Comunque, senza sconfinare in altri mondi, oggi vi parlo della rubrica, Bibliofilia.
A scuola con i libri. Avventure di una maestra-libraia di Gloria Gotti e pubblicato da Rizzoli, l'avevo preso solo con l'intenzione di dare al mio spazio un motivo in più per trattare di libri. Dentro ho trovato una miniera d'oro di conoscenza, pensieri e vocazione, appunto. E più che avventure direi il coraggio buttarsi a capofitto nell'educazione scolastico-letteraria e a proiettarla nei giorni prossimi e lontani.
Scritto senza intoppi, da divorare in pochi giorni, una semplicità che ti spiazza: questo libro è un piccolo saggio, inserito nella collana per ragazzi, tenere nella libreria. Ogni pagina contiene passione e migliaia di informazioni. Come vi dicevo, da avere assolutamente. 

mercoledì 4 marzo 2015

I piccolini - Il signor Nessuno di Joanna Concejo

Mi sono lasciata prendere la mano con la macchina fotografica, vorrei mostrarvi per intero questo albo bellissimo edito da Topipittori, Il signor Nessuno di Joanna Concejo, artista scoperta dalla casa editrice al concorso Calabria Incantata. Ma non si può.
E incantano anche me le illustrazioni a tutta pagina e le parole essenziali che delineano appena la storia. Il resto bisogna immaginarlo e scovarlo nei particolari, nella fodera del cappotto, nella cassetta delle lettere, nelle tante tazze da tè. I disegni svelano trame ricche e bellissime, colori e stampe escono dalla tappezzeria e aprono a un racconto e mille altri tutti da scoprire.

lunedì 2 marzo 2015

Piena di niente di Alessia Di Giovanni e Darkam


Un palloncino riuscirebbe a cogliere il senso più profondo di questa incredibile e spiazzante graphic novel, pubblicata da BeccoGiallo, scritta da Alessia Di Giovanni, sceneggiatrice e scrittrice, disegnata da Darkam, ossia Eugenia Monti – Piena di niente: un involucro impalpabile e teso, il corpo della donna, l'aria interna il nulla, o meglio, la violenza, inconvenienti non calcolati che lo dominano. Piena contro la loro volontà. Vuota di vita, priva di potere decisionale.

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale