lunedì 20 aprile 2015

#bookin(gram)mi 3

Buon lunedì, 
si rinnova l'appuntamento con #bookingrammi, rubrica su Instagram e consigli letterari. Questa settimana rientra nel collage di immagini anche un mio libro. Non l'ho recensito su questo blog, appartiene alle letture di qualche anno fa. Per me è l'occasione per ricordare un autore che leggo con piacere.
Il marchese di Roccaverdina di Luigi Capuana (Garzanti): il mio inizio verista della primavera. Una storia di crisi, superstizioni e rimorsi, in cui la penna di Capuana si fa strada nella mente di persone, ricche o meno, che sopravvivono nel tentativo disperato di aggrapparsi a qualcosa di vero. Chissà poi cosa...

Avventure della ragazza cattiva di Mario Vargas Llosa (Einaudi): Vargas Llosa è un grandissimo narratore e raccontando una storia d'amore racconta un'epoca e l'umanità. 

La masseria delle allodole di Antonia Arslan (Rizzoli): in questi giorni, dopo le parole del Papa, è tornato sotto gli occhi dei media il genocidio armeno, ancora non riconosciuto dalla Turchia. Io credo che - colpevolmente - non se ne parli abbastanza. L'opinione pubblica conosce poco o niente di quello che è accaduto a questo popolo. La masseria delle allodole è prima di tutto un libro bello e doloroso ma è anche portatore di interesse per una pagina di storia poco raccontata. La Arslan racconta magistralmente pagine violente di eventi accaduti alla sua famiglia, coprendoli con un velo di poesia che non nasconde l'orrore ma lo trasfigura.

Microcosmi di Claudio Magris (Garzanti): scritto al culmine del millennio, in un momento in cui la follia umana squassava i Balcani. Magris, da “uomo di confine”, contrappone un libro pieno di momenti aulici, di ricordi, di esempi di grande civiltà e arte di vivere, al di qua e al di là della frontiera. Trieste è il punto di partenza di questo viaggio verso le storie e la Storia, a metà strada tra saggio e narrazione. È uno dei miei libri preferiti.


Ripassiamo insieme le istruzioni: scattare una foto di un libro che  vi piace particolarmente da condividere su Instagram; spiegare la vostra scelta brevemente; i tag da utilizzare per riuscire a scovarvi sono #bookingrammi, #littlemissbook, @little_missbook.
A lunedì prossimo!

1 commento :

  1. Microcosmi mi attira parecchio ;-) così come La masseria delle allodole. L'approccio con Vargas Llosa non è stato invece positivo, ci riproverò con un altro dei suoi libri...

    RispondiElimina

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale