martedì 7 luglio 2015

Marco Polo. La via della Seta di Marco Tabilio

Marco Tabilio ha con comune con Marco Polo non solo il nome, ma anche la capacità di farti viaggiare per davvero. E lo fa con il bellissimo graphic novel edito da BeccoGiallo, Marco Polo. La via della seta.
Il fumettista ha preso in mano la storia del veneziano e l'ha raccontata attraverso disegni e parole. I personaggi sono abbozzati ma loro forza traspare dalla narrazione; le mappe sono un incredibile intreccio di colori e forme, seguono la visione medievale del mondo, in relazione alle conoscenze del secolo scoperte e all'idea cristiana del mondo.
Ho divorato il fumetto in un giorno, una lettura sorprendente e piacevole che ricostruisce la storia di uno più grandi avventurieri di sempre, del viaggio dei viaggi. Da infilare nella valigia delle vacanze.
Mi sembra superfluo narrare la vicenda che ruota intorno al grande Marco Polo diventato mito, icona, testimone di un impero vastissimo come quello del Catai.
La storia prende il suo avvio con la prigionia di Marco a Genova dopo la sconfitta di Venezia da parte della repubblica marinara. Divide la sua cella con Rustichello da Pisa al quale affida le sue memorie persuaso: «Tu ci metti la storia, io ci metto la penna. Un libro meraviglioso». Così meraviglioso che si intitolerà Il Milione.
Fin dall'inizio è chiaro una cosa: il fumetto sarà una commistione di realtà e fantasia, ben incarnata da Rustichello che ne è portavoce: uno scrittore di gesta, il quale si trova rinchiuso, non gradito presso alcune corti perché più interessato all'arte narrativa che omaggiare i sovrani.
In preda ai deliri della febbre Marco riparte verso il Catai, che con il cuore non hai mai abbandonato. Durante i noiosi giorni di detenzione snocciola il suo viaggio in compagnia del padre e dello zio Matteo per raggiungere l'Asia in qualità di mercanti, una traversata lunghissima per mare e per terra, durante la quale attraversa deserti, suggestioni, civiltà diverse. Per il veneziano il Catai non è un ricordo ma la vita. 
Astuzia, intelligenza e ascolto sono le qualità migliori di Marco: il nostro esploratore in poco tempo si guadagna la fiducia dell'imperatore e diventa un profondo conoscitore della realtà asiatica, di un territorio disseminato di villaggi, città invisibili a Kublai Khan.
E quando i tre decidono che il periodo di permanenza è scaduto, anche il ritorno, dopo circa vent'anni, nella loro amata Venezia lascia il posto al pericolo e alla delusione per le trasformazioni degli assetti politici e sociali avvenute in un lasso di tempo molto esteso.
In Marco Polo immaginario, Storia, avventura, amore, culture, fascino dell'Oriente si alternano fino a ripercorrere insieme a lui l'incredibile via della Seta

Titolo: Marco Polo. La via della Seta
Autore: Marco Tabilio
Editore: BeccoGiallo
Pagine: 208
Anno di pubblicazione: 2015
EAN: 9788897555445
Prezzo di copertina:  € 18,00

1 commento :

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale