mercoledì 2 settembre 2015

La distanza di Colapesce e Alessandro Baronciani

Ho deciso di riprendere a scrivere dal luogo delle vacanze, senza attendere la fine della mia lunga pausa estiva per parlarvi di una bella lettura. La distanza del cantautore Colapesce (musicista) e dell'illustratore Alessandro Baronciani, per i tipi Bao Publishing, ha il gusto dell'estate da trattenere ancora un po' prima di essere sopraffatti dall'aria frizzante del primo autunno. 
Senza dubbio, pur non capendo molto, è un fumetto cinematografico che si svincola tra primi piani, dettagli, campi lunghi e silenzi attraverso una struttura narrativa lineare. La doppia illustrazione di copertina e sovraccoperta nasconde tra le pieghe un racconto da leggere tutto d'un fiato. 
La distanza si accorcia con i dialoghi lapidari, i colori netti che paiono sbiadirsi sul finale di una storia tutta italiana. 
Una delle mie tavole preferite è questa che vedete in foto, cromie sature, giochi di luci e ombre da sembrare reali. E poi quel profumo di fichi sembra uscire dalla pagina. 
Nicola è il protagonista di questo bel graphic novel, insieme a Francesca in vacanza in Sicilia e all'amica francese Charlotte.
Il ragazzo non ha un lavoro, ciondola in casa tutto il giorno in attesa di un lavoro che non arriva e con la convinzione che Londra sia il cambiamento. Nicola è appassionatissimo di musica, intende frequentare un master in ingegneria del suono. Nel frattempo decide di partecipare all'Ypsigrock di Castelbuono, insieme alle due ragazze, prima di raggiungere la capitale inglese anche per chiarire definitivamente la sua relazione con Carla, un rapporto indebolito il loro a causa dell'incomunicabilità.
La distanza ingigantisce tutto, è l'incomprensione tra Nicola e Carla cresce ora dopo ora dovute a vecchie incomprensioni; il rifiuto della propria terra, seppur amata, che ti costringe ad abbandonarla; vivere da isolano equivale ad essere isolati e immobili, lontani da una Storia che si muove in altri luoghi; il percorso tortuoso per scoprire che ciò che cerchiamo è davanti ai nostri occhi. 
A questo primo nucleo si intreccia il secondo filone della storia a quella del viaggio vero e proprio, un viaggio on the road, che abbraccia una buona parte della Sicilia tra Catania, Noto, Marzamemi, Palermo, una sorta di gran tour molto contemporaneo seguendo il percorso di alcuni intellettuali europei. È la (ri)scoperta di una terra antica: cartoline di un'estate al sapore di granita, all'insegna dell'amicizia, per misurarsi con le contraddizioni e le decisioni importanti. Il viaggio è il fine per conoscere se stessi e per scrollarsi da dosso la grande paura di un futuro senza progetti e legami solidi e veri, definito da Nicola come futur vacui.
La Sicilia ti seduce, è la metafora dell'Italia. È il canto di una sirena. 

Titolo: La distanza
Autore: Colapesce, Alessandro Baronciani
Editore: Bao Publishing
Pagine: 200
Anno di pubblicazione: 2015
EAN: 9788865434765
Prezzo di copertina/ebook: € 16,00 - € 8,99

4 commenti :

  1. Non leggo mai graphic novels, non sono interessata al genere, però di questo ho sentito parlare più che bene da amici e bloggers e mi piacerebbe proprio leggerlo e anche possederlo come oggetto bello da tenere in casa! I posti di cui parla Colapesce sono quelli in cui vivo e forse ogni siciliano dovrebbe sfogliare le pagine suggestive di questo racconto grafico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io leggevo graphic novel, ma mi sono dovuta ricredere. Ho iniziato con la Satrapi e ho proseguito con le edizioni BeccoGiallo. Ho altre cose da leggere di Bao Publishing. Bisogna "arrendersi" a questo genere letterario e artistico.

      Elimina
  2. Comprato stamattina dopo la tua recensione :D Si prospetta davvero interessante!

    RispondiElimina

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale