lunedì 7 settembre 2015

Vadevecum del Festivaletteratura 2015

Com'è accaduto per il Salone del libro di Torino, anche per il Festivaletteratura di Mantova, in programma il 9 al 13 settembre 2015, ho serbo per voi alcuni consigli e curiosità per chi non è mai stato.
L'anno scorso ho saltato il festival dopo esserci stata come volontaria. Credo, salvo imprevisti, di esserci per sabato ma ancora non ho stilato un elenco di “cosa vedere, cosa sentire”, comunque concentrò la mia attenzione agli appuntamenti mattutini. 
1. Studiare attentamente il programma, gli eventi sono circa 350 tra conferenze, presentazioni, incontri. Vi suggerisco anche le proiezioni cinematografiche: alcuni film sono poco distribuiti sul nostro territorio o di difficile reperimento, sono piuttosto brevi e costano 3,00.

2. Area download: scaricare il programma, la mappa e l'app per iOS o Android, la quale  funge da promemoria, mappa e aggiornamento su eventuali modifiche di orari e/o luogo degli incontri. Se siete più pratici con il cartaceo presso l'Info point della Loggia del Grano è possibile munirsi di programma e cartina dove sono segnalati i luoghi della manifestazione. È facile spostarsi a Mantova, è una città a misura d'uomo. 

3. Prenotare per tempo i biglietti soprattutto degli eventi più attesi. La nota dolente è che la maggior parte di essi sono a pagamento, comunque non mancano quelli gratuiti ugualmente interessanti.

4. Occhi aperti sui suggestivi luoghi della manifestazione per lo più dislocati nei bei palazzi, chiese del centro storico.  

5. Scordatevi gli editori, non è il Salone di Torino o qualsiasi altra fiera di editoria. Sappiate che in Piazza Sordello c'è una libreria di riferimento con i testi delle personalità presenti al festival. Comunque, a Mantova ci sono diverse librerie nelle zone più centrali. 

6. All'interno di Palazzo Castiglioni sono allestiti i tradizionali spazi di scambio di libri usati. 

7. La Rete bibliotecaria mantovana ha allestito il punto informativo The Reading Circle, in Piazza delle Erbe, riconoscibile dal Pegaso alato. È un'ottima occasione per conoscere le iniziative collaterali al festival e magari aderire ai molti progetti del territorio (Nati per leggere e lettori volontari, Medialibrary Online, Gruppi, rassegne, concorsi, corsi e laboratori, letture, bibliografie). Inoltre, sull'Opac e sul MLOL è stata curata la sezione degli autori presenti in città durante questa settimana ben suddivisi per generi letterari.

8. Per chi si ferma in città per qualche giorno, non perdete alcune mostre: Corraini, nella propria galleria d'arte allestisce Che carattere!, quadri, poster, disegni, oggetti e libri ispirati alle 27 lettere dell'alfabeto di artisti e grafici come Bruno Munari, Giancarlo Iliprandi, Alighiero Boetti, Italo Lupi, Carin Goldberg, Riccardo Dalisi e Gastone Novelli (dal 9 di settembre); mentre alla libreria Galleria Einaudi, Ferdinando Scianna espone il suo lavoro fotografico sui Lettori (9-27 settembre).

Buon Festivaletteratura

3 commenti :

  1. Io avevo puntato un sacco di eventi interessanti (soprattutto quelli sull'evoluzione della scrittura), ma i biglietti sono quasi tutti esauriti e quindi la mia sortita a Mantova è in forse e, a questo punto, sarà limtata a sabato o domenica... La possibilità di prenotare è una buona cosa, ma i tempi così serrati rendono difficoltosa la programmazione, quindi quest'anno potrei dedicarmi anch'io agli appuntamenti gratuiti e ai vari laboratori/incontri sparsi qua e là. Ma, quindi, fammi capire: l'altranno potrei averti incrociata fra i volontari?!? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata volontaria nel 2013, l'anno scorso non ci sono stata.

      Elimina
    2. Facile che ti abbia incrociata, ho girato tutta la città in una di quelle giornate!
      (ps. solo ora che ho visto il commento inserito mi accorgo dell'orrore di battitura)

      Elimina

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale