lunedì 19 ottobre 2015

#bookingrammi 17

Porta sfortuna il 17? Non per noi lettori, che siamo arrivati proprio al diciasettesimo appuntamento con #bookingrammi, la rubrica dei vostri consigli letterari. Colgo l'occasione per condividere la mia intervista per Alza il volume weekend, spazio radiofonico dedicato ai libri.

 Chi volesse partecipare a #bookingrammi cosa deve fare?
1. condividere su Instagram la foto di un vostro libro preferito o che consigliate;
2. motivare la scelta in al massimo cinque righe (NO CITAZIONI, non prendo in considerazione il vostro consiglio);
3. usare i seguenti tag: #bookingrammi e @little_missbook (vi chiedo di taggarmi nelle vostro foto o nei commenti per non perdere i vostri scatti).
sari_orla Zazie dans le métro di Raymond Queneau (Gallimard): genio, Queneau. Ho combattuto e sto ancora combattendo con la sua lingua difficile e infarcita di espressioni colloquiali e gergali. Ma il suo universo onirico ne vale la pena. Chapeau.

oharakatiescarlett Patrimonio. Una storia vera di Philip Roth (Einaudi): adoro Roth anche in questo libro, in cui scrive della malattia del padre. Non cede ad alcun tipo di sentimentalismo, di quelli banalmente smielosi; anzi, ogni pagina è scandita da una scrittura sempre lucida e pragmatica. Questo è il suo stile, perfettamente in linea con la personalità del padre: a tratti può apparire grottesco, ma io lo trovo affascinante.


A lunedì.

2 commenti :

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale