giovedì 22 ottobre 2015

Wildwood. I segreti del bosco proibito di Colin Meloy e Carson Ellis

I segreti del bosco proibito apre la trilogia di Wildwoodpubblicato in Italia da Salani –, nonché opera prima del musicista Colin Meloy e delicatamente illustrato da Carson Ellis, e ha l'ambizione di essere un romanzo epico di genere fantasy. Una piacevole lettura da pomeriggio autunnale, nonostante una trama che avrebbe potuto essere snellita e le ripetizioni di termini nella medesima pagina.
Si snocciolano per ben cinquecento pagine le avventure di Prue a Bosco Selvaggio, in questo universo incantato che sconvolgerà il suo mondo.
Prue McKeel ha dodici anni, vive a Portland in Oregon, ama leggere e disegnare soggetti botanici. I suoi genitori le affidano, in una fredda domenica, il fratellino Mac di appena un anno. In un momento di disattenzione il bambino viene rapito da uno stormo di corvi e portato nella Landa Impenetrabile, una fitta selva che si estende dalla periferia della città. Prue decide di non rivelare nulla ai suoi genitori e di partire alla ricerca di Mac. Quanto ancora potranno reggere le sue scuse?
Insieme a Curtis si addentra nelle terre proibite agli Esterni, così sono chiamati chi proviene da fuori, per tentare di salvarlo. Lo scompiglio creato dal rapimento evidenza i fragili equilibri tra uomini e animali, subbugli tra il Principiato aviario e Bosco sud, tra banditi diffidenti e viziosi coyote, nonché la prepotenza di una Governatrice vedova che attende l'equinozio d'autunno per espandere il suo potere: tutto si condensa nell'eterna battaglia per la libertà. 
Non voglio aggiungere nulla di più a una trama fitta di avvenimenti. Devo puntualizzare, purtroppo, che personaggi sono poco definiti, le loro vite appena accennate, presumo e spero che si scoprirà qualcosa di più nel seguito.
Tuttavia, non so individuare eventuali riferimenti ad altri libri dello stesso filone. Perdonate la sincerità, ma è inutile infarcire una recensione di frottole se non si conosce ciò di cui si descrive.
In generale la storia è un buon compromesso di realtà e magia, così da sembrare naturale che gufi e coyote parlino con gli umani. Ma la forza del libro è tutta nell'ambientazione: boschi, cittadine, regni prendono vita e partecipano al racconto.
A mio avviso, ci sono significati ben più profondi mascherati in chiave fantastica e a misura di bambino, quali l'adozione, il rapporto uomo-natura, l'industrializzazione selvaggia Nulla è lasciato a caso.
Intanto mi procuro il secondo volume di Wildwood Chronicles

Titolo: Wildwood. I segreti del bosco proibito
Autore: Colin Meloy, Carson Ellis
Editore: Salani
Traduttore: Valentina Daniele
Pagine: 533
Anno di pubblicazione: 2012
EAN: 9788862566568
Prezzo di copertina/ebook: € 16,80 - € 9,99
Età di lettura: dagli 8 anni

2 commenti :

  1. E' da tempo che non leggo un romanzo di Salani, ma devo dire che la tua recensione mi ha incuriosito parecchio... Sarà per i boschi, sarà perchè ogni tanto un po' di sana evasione non fa male, ma aspetto con ansia la recensione del secondo!

    RispondiElimina
  2. Nonostante i difetti che dici di aver trovato in questo libro, ho ancora voglia di leggerlo.
    Mi piace molto l'ambientazione e anche le illustrazioni.
    Come trama mi ha ricordato un po' Spiderwick.
    Peccato che i personaggi siano poco approfonditi, speriamo che nel secondo migliori.

    RispondiElimina

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale