lunedì 14 dicembre 2015

#bookingrammi 23

Buongiorno lettori e instragrammer, siamo nel pieno del periodo natalizio e oggi si parla di ciò. Chi ha partecipato a #bookingrammi, ha condiviso letture interessanti sul Natale, libri che lo raccontano o lo sfiorano.
Questo è l'ultimo #bookingrammi dell'anno, ci rivediamo poi il 18 gennaio. E il rientro dalle vacanze sarà allietato dalle vostre fotografie sui libri che avete ricevuto in regalo. Mi sono appassionata a lanciare un argomento settimanale e, tal proposito, sarà proprio #bkglibri. Mi aspetto pile, distese di libri... In quest'occasione le regole cambieranno: niente spiegazioni, vorrei solo che condividiate le vostre letture future o se le vostre richieste sono state esaudite.
Il blog avrà una nuova casa e nuova identità. E per tale motivo vi chiedo di taggarmi nelle foto e non ne commenti. 
Ricapitolando:
Nel frattempo, occupiamoci dei libri condivisi dai lettori. Mi sono concessa due eccezioni: ho incluso un utente di Twitter e un libro sul tema della scorsa settimana (#bkgluce). A Natale siamo tutti più buoni...
elba7 Il segreto delle campane di Dorothy L. Sayers (Polillo): Natale è una tazza di tè caldo e profumato, un libro giallo classico e una casa luccicante. Ho sempre associato le feste natalizie a libri gialli, questo della Parker, una delle gialliste migliori del ventesimo secolo, è un intreccio di personaggi e storie ben orchestrate accompagnate da un sottile humor inglese.

Catturastelle Piccole donne di Louisa May Alcott - La vita e le avventure di Babbo Natale di L. Frank Baum (Mattioli 1885): la mia idea del Natale? Le Piccole donne, Jo, Meg, Amy e Beth riunite nel tinello ad aspettare il ritorno della mamma. È un Natale ben poco moderno, ma onesto e sincero. Povero di beni materiali e ricco di affetto e amicizia. 
Tutti ricordiamo Baum per il suo capolavoro, Il meraviglioso mago di Oz, meno noto, invece, è il suo La vita e le avventure di Babbo Natale, ottimo libro da leggere ai piccoli a voce alta per vivere il giorno Natale con un pizzico di magia.

oharakatiescarlett C'è nessuno? di Daniela Cattani Rusich (Onirica edizioni): una Milano avvolta dalla neve ospita i personaggi più vari, legati tra loro dal filo del signor Nessuno che incide nelle loro vite in modo più o meno forte. Tuttavia, egli non se ne rende mai conto, continuando a bere succo di frutta scaduto e a recarsi alla casa di riposo in cui si trova la madre. È una storia meravigliosamente genuina. Leggete queste pagine davanti al camino o prima di mettere l'ultima pallina sull'albero... vi strapperanno un sorriso.

Antiga Palavra Nessuno accendeva le lampade di Felisberto Hernández (La nuova frontiera): dieci racconti in cui i protagonisti assoluti sono la luce e il buio, la musica e il silenzio. La luce è il mezzo attraverso il quale si compie una sorta di epifania, la realtà viene illuminata e tutte le menzogne smascherate: oggetti apparentemente banali si animano rispondendo a leggi soprannaturali.
  

Nessun commento :

Posta un commento

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale