venerdì 11 dicembre 2015

I consigliatissimi - Natale 2015


Vi avevo già annunciato che avremmo continuato a parlare di libri da regalare per Natale. Dovremmo farlo tutto l'anno, non concentrarci solo durante l'ultimo periodo dell'anno. In generale, a me piacciono molto i consigli letterari: sono sempre a caccia di suggerimenti, allungano i miei infiniti elenchi, mi indirizzano verso nuovi autori e case editrici. Quindi, ben vengano le feste!
L'atmosfera natalizia non si esaurisce oggi, ma proseguirà con alcuni miei suggerimenti e altre amenità. Nel frattempo, spero che si diffondi nell'etere questo invito:#aNataleregalaunlibro

Dopo i fanciulli, tocca agli adulti. Tesori da donare o magari da inserire nella vostra lista, quella da recapitare a Babbo Natale...
Sono felice di aver affidato questo spazio a persone competenti, se me ne fossi occupata personalmente avrei rotto la segretezza sulle mie letture preferite di quest'anno.
Quindi, ce ne parlerà Chiara, meglio conosciuta come la #libraiameridiana della libreria Il pensiero meridiano di Tropea.
Quando ci siamo incontrate, finalmente, quest'estate nella sua accogliente libreria, ho pensato che le avrei chiesto di occuparsi dei Consigliatissimi di Natale. La stimo molto per il coraggio delle sue scelte, le auguro che venga sempre ripagata dall'entusiasmo dei suoi #lettorimeridiani. E la ringrazio per aver accolto la mia richiesta e per le parole che mi riservato.
Ho sempre saputo di essere in buone mani. Chiara è una lettrice raffinata, una libraia attenta: chi farà tappa a Tropea non rimarrà deluso.
A tale proposito, non sorprendetevi di trovare nella sua selezione due libri per bambini, che, come mi aveva scritto nel nostro scambio chilometrico di mail, «sono albi illustrati per piccoli, ma ci vuole una sensibilità da adulto per comprenderli completamente». Non possiamo che fidarci dei consigli di Chiara.

Quattro libri per dicembre


Da lettori ci aspettiamo moltissimo da dicembre: cerchiamo nelle letture un rifugio dal freddo, un conforto di carta, un libro che ci parli di antico con parole nuove. Eppure l’inverno è anche il mese della novità sfrenata, sbrilluccicosa, a tratti quasi pacchiana; è il mese delle strenne, degli hard-cover dei soliti nomi, delle copertine con volti di attori. Ho deciso di selezionare allora quattro titoli, tra romanzi, saggistica e albi illustrati, da proporre ai lettori di Little Miss Book - un blog che è tutto luce soffusa, consigli accorti, titoli ricercati.


Titolo: Panorama
Autore: Tommaso Pincio
Editore: NN
Pagine: 200
Anno di pubblicazione: 2015
EAN: 9788899253059
Prezzo di copertina/ebook: € 8,00

Panorama di Tommaso Pincio è tra i libri più sorprendenti letti nell’ultimo anno. Pubblicato da NN Editore , ha partecipato alla prima edizione del Premio Sinbad Città di Bari, premio internazionale degli editori indipendenti, vincendo il primo posto nella categoria narrativa italiana. Ottavio Tondi è il protagonista indolente di questo libro così singolare: un animale rarissimo, un lettore per professione in un mondo in cui il libro, e i suoi mestieri, sono destinati a morire. In Panorama tutto è distopico e perfettamente verosimile: la riflessione sul contemporaneo viene strutturata in forma narrativa, sorprendendo per la limpidezza e il grande fascino della scrittura. Affascinanti e spesso fatali tutti i personaggi femminili, a partire da Ligeia Tissot, che come un fantasma di Poe torna, maledice e scompare.


Titolo: Viaggiatori nel freddo
Autore: Sparajuri
Editore: Exòrma
Pagine: 240
Anno di pubblicazione: 2015
EAN: 9788898848218
Prezzo di copertina: € 15,90 
 

Chi frequenta la #libreriameridiana conosce la mia passione profonda per le letterature slave. Gli ultimi anni sono stati ricchissimi di pubblicazioni sul tema (appena uscita per Adelphi la raccolta di articoli I Russi di Tommaso Landolfi) e il titolo che ho deciso di consigliare è tra gli ultimi volumi pubblicati da Exorma, casa editrice specializzata in letteratura di viaggio. Viaggiatori nel freddo. Come sopravvivere all’inverno russo con la letteratura , del collettivo di scrittori Sparajurij, è come un treno lanciato nell’inverno russo. Per compagni tutti gli scrittori che resero enorme questa letteratura, e non solo: il pregio di questo volumetto sta anche nel dare voce ad autori meno conosciuti. Costruito come un viaggio di 21 giorni, ogni stazione è un’eco letteraria, e i protagonisti entrano ed escono dalle storie che lì sono state ambientate.


Titolo: La bambina di neve
Autore: Nathaniel Hawthorne, Kiyoko Sakata
Editore: Topipittori
Pagine: 40
Anno di pubblicazione: 2007
EAN: 9788889210222
Prezzo di copertina/ebook: €16,00
Età di lettura: 8-12 anni
  
La collana Fiabe Quasi Classiche della casa editrice Topipittori riscopre, attraverso i talenti illustrativi più moderni, le fiabe della tradizione: è questo il caso di Kiyoko Sakato, che con uno stile personalissimo fa rivivere un racconto molto famoso di Nathaniel Hawthorne, La bambina di neve. Papavero e Violetta, due bimbi nobili e annoiati, decidono di costruire un pupazzo di neve in giardino, a immagine di bambina. Come un vortice di neve fresca, la figura prenderà vita, e sarà compagna di giochi dei ragazzi, fin quando un eccesso di gentilezza e l’impulso di proteggerla non la condurrà a una morte veloce. Lo stile dell’illustratrice giapponese è esattamente come una giornata di neve: bianco di freddo e ombroso di rami. Il tratto è delicato, a volte inquietante, e rende alla perfezione il contrasto tra la logica fantasia dei bambini e la superficialità degli adulti.
Titolo: Io aspetto
Autore: Davide Calì, Serge Block
Editore: Kite
Pagine: 56
Anno di pubblicazione: 2015
EAN: 9788867450398
Prezzo di copertina: €15,00
Età di lettura: dai 5 anni

La mia ultima scelta ricade su un albo essenziale, appena pubblicato da Kite Edizioni: Io aspetto di Davide Calì e Serge Bloch. Bizzarra la forma, lunga e stretta, come quella di una busta postale: dal rettangolo dell’indirizzo si affaccia un volto, i tratti appena accennati e un filo rosso tra le mani. Con grande delicatezza Bloch fa crescere questo bambino, permettendogli di attraversare tutte le fasi della vita. L’unica nota di colore è rappresentata dal filo multiforme, che si allunga e restringe a seconda delle situazioni, che diventa sciarpa, fiocco, corda, coperta e maglione, flebo e nuova vita. Tutto in questo piccolo, commovente albo è attesa, corsa verso il futuro, che si rallenta con il dolore e riparte con la speranza.

 
Libreria Il pensiero meridiano
Via Indipendenza, 12
Tropea (VV)
Facebook - Twitter - Instagram

2 commenti :

  1. Panorama è ai primi posti della mia lista, lo punto da tempo, ma poi ho sempre investito in altri libri. Spero di leggerlo nel 2016.

    RispondiElimina
  2. Anche io ho intenzione di leggere Panorama, ha tutta l'aria di essere il mio genere :)

    RispondiElimina

L'editore del mese: Topipittori

Questo mese si parla di storie di Natale